Dalla California Agostino Caserta


asd_usticaLe cinque partite rimanenti verso la conclusione del torneo, a cominciare dalla prossima con la simpatica squadra ‘Europa Montelepre che all’andata rimase un po’ scioccata dalla cordiale accoglienza ricevuta, per l’Asd Ustica saranno disputate tutte con squadre coinvolte nel giro promozione o/e play-off per cui la squadra isolana si trovera’ a fare un po’ da catalizzatore. Il potenziale, i presupposti e la voglia per qualche ” sorpresa ” positiva nei risultati esiste ma anche se non si dovesse materializzare non cambiera’ i programmi della squadra che sono di continuare a migliorarsi a tutti i livelli e soprattutto a consolidare la prima grossa vittoria ottenuta quest’anno e cioe’ essere fra le squadre piu’ corrette e benvolute del torneo il che ha gia’ fruttato un invito da parte della Federazione a prendere parte ad un “quadrangolare” nel mese di giugno con altre squadre di rango.

Molto spesso leggiamo su questo sito di lamentele da parte di usticesi sulla quantita’ di turisti che a poco a poco negli ultimi decenni e’ diminuita in maniera quasi allarmante. Qualcuno parla di crisi, di attrezzature portuali, qualche altro di attitudine, altri di piccole imperfezioni o disservizi qua’ e la, ma il fatto sorprendente, pare di avere capito, e’ che non si riesce ad individuare la ragione che io penso sia responsabile almeno dell’80% di questo calo turistico. Abbiamo mai pensato seriamente al “danno all’immagine della nostra isola” causato dai media in seguito alla caduta dell’aereo dell’Itavia il 20/6/1980 e cioe’ 31 anni fa ?

Il nome Ustica, purtroppo, a tutt’oggi, viene associato non solo con la tragedia ma con alcune conseguenze e cioe’ : inadempienza, mistero, intrighi, irregolarita’, mancanza di trasparenza ecc..ecc….

Quell’aereo e quell’incidente non hanno niente a che fare con Ustica, per come diceva il Sindaco Messina in una occasione che non ricordo, il quale ha “visto” l’incidente dal “nostro punto di vista” e non quello dei giornalisti, non e’ caduto ne’ ad Ustica ne’ nelle sue vicinanze, l’ultima volta di cui si ebbe notizia dell’aereo era nei pressi delle coste Campane, il giorno dell’incidente era in corso ad Ustica la Rassegna delle Attivita’ Subacquee e l’isola ospitava mezzi e uomini della Marina Militare nonche’ giornalisti i quali prendendo una scorciatoia anzicche’ menzionare paralleli e meridiani del luogo dell’incidente cominciarono a “battezzare” l’incidente come la “strage di Ustica” che, purtroppo, e’ diventata anche la “tragedia” ( del turismo e immagine ) per gli usticesi.

Qui non si parla di colpevoli ma di responsabili. I media tutti sono responsabili per avere con troppa leggerezza, e all’inizio per la premura di ” dare la notizia ” contribuito a “danneggiare l’immagine ( turistica e non ) della nostra isola” per un periodo ormai troppo lungo e cioe’ per ben 31 anni . Non so se e’ fattibile ma so che fa senso ed esistono precedenti : I rotocalchi, quotidiani, riviste,TV ecc… vengono denunziati per diffamazioni, calunnie, insinuazioni,danno all’immagine ecc…. La Citta’ di Ustica potrebbe benissimo, visti i danni d’immagine subiti, denunziare tutti i media e chiedere risarcimento monetario per i danni per 31 anni di pubblicita’ negativa.

Per la squadra usticese tre risultati utili consecutivi che hanno fruttato i primi ( cinque ) punti del girone di ritorno per quest’anno, sono un record, segno questo che si stanno facendo considerevoli passi avanti e i risultati cominciano a venire; con il Piana la difesa era riuscita a difendere il risultato fuori casa perche’ la concentrazione era rimasta fino alla fine, ma nella partita con lo Sparta sul punteggio a favore di 4-1 ci siamo rammolliti a causa di distrazioni mentali : magari qualcuno pensava di avere gia’ vinto o addirittura qualche altro immaginava di accarezzare l’idea di potere restituire allo Sparta il 9-1 dell’andata, con questi errori di approccio dal reale si sconfina nel surreale e la conseguenza naturale e’ che si paga il prezzo. Comunque l’attacco si e’ risvegliato e la partita, abbastanza entusiasmante, abbinata a quella d’andata ha sancito un’altro record stagionale : la bellezza di 18 gol ! E per completare la sfilza di fatti positivi si nota che dalla classifica dell’Asd Ustica rimanevano da cancellare due zeri, uno per la prima vittoria al ” Mulino a Vento ” e l’altro per il primo pareggio in trasferta e sono stati entrambi cancellati ! E’ chiaro che e’ normale nel futuro aspettarsi qualche cambiamento, ma fino ad ora : ” Missione Compiuta ” .

 

 

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.