Ustica sape

INSTALLAZIONE WEBCAM ALLA FALCONIERA: UN MATRIMONIO CHE “NON S’HA DA FARE NE’ ORA NE’ MAI”: CHI E’ IL DON RODRIGO?


Mi giungono notizie molto negative riguardo le due webcam già installate alla Falconiera delle quali lo scorso settembre, prima di ripartire dalla lunga vacanza, avevo avuto notizia e che da lì a poco sarebbero entrate in funzione. Ma come un fulmine a ciel sereno, ho saputo in questi giorni che non solo non sarebbero entrate in servizio, ma che sono state addirittura disinstallate! E’ doveroso però fare un passo indietro per comprendere la ratio di tale operazione. In data 29.09.2023 è stata protocollata un’interrogazione presentata dal Gruppo di Minoranza al Sindaco con la quale, tra l’altro, veniva chiesto il motivo per il quale le due webcam già installate, non erano state ancora attivate. Il Sindaco ed il suo Assessore con delega ai musei, hanno risposto dopo circa tre mesi e precisamente il 19.12.2023. Al punto nr 1 della risposta ai quesiti  si è rivelata  una mezza bacchettata alla minoranza che è stata accusata di negligenza nel non aver prontamente informato il Sindaco del guasto all’impianto elettrico della falconiera. Vale a dire si scorge la pagliuzza negli occhi degli altri senza vedere la trave nei propri! Al punto nr 2 viene data una risposta che  per quanto mi riguarda è improvvida perché non tiene conto delle ricadute economiche  che dovrebbero derivarne.  A onor del vero occorre riconoscere che il mantenimento di due webcam sofisticate funzionanti nelle 24 ore ha un costo annuale che stimo intorno agli 800 euro. Con i tempi che corrono a causa del dissesto finanziario, anche questo costo rappresenta un sacrificio. Sino ad un certo punto però perché le due webcam molto probabilmente, potrebbero autofinanziarsi, in che modo? Perché quella orientata sul Villaggio dei Faraglioni avrebbe molto incuriosito appassionati e no di archeologia inducendoli ad intraprendere un lungo viaggio per ammirare “de visu” un sito vecchio di 3000 anni! Alcuni amatori fanno pazzie per ciò e sono proprio quelli che di norma soffrono della “sindrome di Stendhal”. Tutti i maggiori quotidiani nazionali  hanno parlato di questo  ritrovamento compreso internet. Questo importante fatto si sarebbe tradotto in un aumento certo delle presenze turistiche con conseguente afflusso di valuta per i commercianti ed indirettamente per le casse del Comune. In tal modo Ustica sarebbe diventata famosa oltre che per le lenticchie (lo è) , anche per i suoi importanti reperti archeologici. A proposito di cultura, riferisco un aneddoto di qualche anno fa a proposito di beni culturali. Un ministro della Repubblica   – era il ministro del Tesoro, così si chiamava allora ed un mio collega – ebbe il nostro a sostenere con la sua vocina sottile: ” che con la cultura non si mangia”. Sic! Costui era un economista molto famoso che presumibilmente aveva seguito studi umanistici, ma che non conosceva affatto l’enorme presenza di beni culturali nel nostro paese (si stima che siano l’80% di quelli presenti nel mondo) né la storia dell’arte e che avrebbero rappresentato il nostro petrolio. La webcam orientata sui faraglioni inquadra l’altra metà dell’isola con una visione unica, che i reali italiani durante la loro visita a seguito del terremoto del 1908 definirono mi sembra di ricordare “ridente contrada”. Deve inoltre necessariamente riportare un logo esplicativo che catturi immediatamente l’attenzione del visitatore per indurlo a prendere la sua decisione ingolosito dal chiarimento. Chiederemo inoltre assistenza in futuro a Franco Foresta Martini che ha assunto l’onere di esemplificare poco tempo fa e su questo sito ciò che era avvenuto di straordinario nel villaggio archeologico. Il Comune voglia o no si dovrà far carico di recintarlo per evitare che qualche buontempone possa in qualche modo manometterlo. Forse non tutti sanno che Franco Foresta è scienziato di fama nazionale ed è un nostro compaesano che ha pubblicato diversi testi scientifici molto apprezzati dei quali mi ha informato il figlio – ingegnere aerospaziale – del nostro compaesano Salvatore Palmisano residente a Torino. Quando scriveva per il Corriere della Sera aspettavo il giorno dell’uscita del suo articolo sempre preciso e competente per leggerlo avidamente e non sapevo che era un mio compaesano! Le centinaia di usticesi sparsi nel mondo, in specie gli Americani che sfidano il fuso orario, non stanno aspettando altro: si perché tutti i “fuoriusciti,” come affettuosamente ci definiva Camillo Padovani, sono ammalati inguaribili della loro isola, vecchi e giovani. Questa malattia riguarda la nostra psiche ed ha un nome scientifico  ben individuato che svelerò in una prossima nota, e che purtroppo è inguaribile. Dulcis in fundo hanno manifestato forte interesse alla webcam anche i comandanti della nave ( la vecchia sibilla) che nei giorni prestabiliti attraccano al cimitero. Infatti una visione diretta delle condizioni del mare la ritengono  assai utile per la loro decisione di attracco o no. Ma la decisione presa dal Sindaco e dai suoi assessori è definitiva? Sono convinto  che di irreversibile su questa nostra meravigliosa astronave, che è il pianeta terra, c’è solo la morte per tutto il resto si rimedia. Se il Sindaco, che è a conoscenza di tutti i risvolti amministrativi,  non ritiene di poter  accollare al Comune anche  questo ulteriore onere poco male, ci penseranno i fuoriusciti e molti amanti di Ustica che già hanno dato la loro disponibilità. Se dopo questa proposta non ci sarà alcun riscontro positivo, allora dovrò convincermi di non conoscere l’animo umano e solo allora potrò dare la risposta al titolo della nota.

Giuseppe Giuffria

2 risposte

  1. Il Sindaco Militello, ancor prima di accusare di negligenza il Gruppo Consiliare di Minoranza, farebbe bene a ricordare che nel settembre 2022 – in pompa magna – lo stesso Sindaco aveva nuovamente inaugurato il Laboratorio –
    Museo di Scienze della Terra sito in C.da Falconiera, AL BUIO, utilizzando la torcia del proprio telefono! Il guasto elettrico risale al settembre 2022 ed il Sindaco, così come i suoi Assessori, l’avevano potuto notare personalmente. Inoltre, proprio alla Falconiera, sono presenti i ripetitori telefonici che consentirebbero l’attivazione delle schede internet o di quanto necessario alla connessione delle Webcam Skyline. È dura iniziare ad assumersi le proprie responsabilità… meglio dire “è colpa di altri”!

  2. Salve,
    Se posso, vista la presenza del Capogruppo Minoranza, Cons. Altezza;

    Webcamera alla Rocca della Falconiera,
    argomento che verra’ trattato stasera in occasione dell’Assemblea pubblica voluta dallo stesso?

    In caso,
    e’ possibile gia’ conoscere quali sono gli altri?
    Ancora in tempo per suggerirne di altri???

    Con l’occasione,
    l’Amministrazione sta’ facendo una pessima figura, specie per chi, tra NOI emigrati e probabili turisti, vorrebbero ammirare una parte della nostra Isola, ma gli viene negato (per INCAPACITA’ di “qualcuno”)!!!

    Con spirito collaborativo,
    Jose’ Zagame usticese non residente.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Buon Compleanno

a  Felice Longo a   Massimiliano Ventrice a   Edi Sciacchitano a   Grazia Di Lorenzo a   Carmen Picone  A    Margherita Longo A

Read More »
  • CONTATTAMI


  • WEBCAM - USTICA PORTO

  • WEBCAM SPALMATORE


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM PORTO PALERMO


  • VENTI


  • VENTI


  • NAVI


  • Privacy

    Licenza Creative Commons
    Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. DMCA.com
  • TRADUTTORE

  • COME RAGGIUNGERE USTICA

  • Il Libro per tutti i genitori!

  • Hanno detto sul blog

  • Aprile 2024
    L M M G V S D
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  
  • ASD Ustica

    ASD Ustica