Intervento del Presidente dell’ASD Ustica sul problema dell’affidamento del campo sportivo.


Filippo Vena, presidente dell’ASD Ustica, squadra che da anni rappresenta calcisticamente l’Isola di Ustica nell’ambito del campionato dilettantistico di 3^ categoria, precisa quali le motivazioni che hanno spinto la Società che presiede ad indirizzare in data 25/09/’17 al Sindaco Attilio Licciardi e al Responsabile dell’UTC, Arch. Paolo Cuccia la lettera avente per oggetto: <Richiesta nulla osta campo sportivo di calcio a 11>. Tra il profondamente deluso e il fortemente preoccupato il Presidente così si è espresso in proposito: Ho chiamato tante volte il Sindaco al telefono e in più gli ho inviato numerosi messaggi WhatsApp per avere notizie sulla richiesta ma ad oggi nessuna risposta che comunque, considerato l’amichevole rapporto personale, gradirei avere. Stesso silenzio ho dovuto purtroppo registrare da parte del facente funzione del Sindaco temporaneamente assente e dell’Assessore allo Sport competente in materia Il campo sportivo è della Provincia ma il Comune ha una convenzione per cui ogni volta che ci dobbiamo iscrivere al campionato il Sindaco ci firma una “carta” con cui ci autorizza l’utilizzo; al momento questo non è ancora avvenuto; i tempi per l’iscrizione stringono inesorabilmente, scadono a giorni e pur sapendo di poter eventualmente contare su una proroga dagli organi federali abbiamo il “cuore morto” perchè nessuno e niente si muove” … a questo proposito, negli ultimi due anni nonostante reiterate assicurazioni – i soldi in bilancio ci sono – dal Comune nulla abbiamo ricevuto; per far fronte alle varie e costose esigenze di gestione siamo andati avanti con risorse finanziarie frutto di nostri sacrifici personali” … Sindaco, Vice Sindaco, Assessore allo Sport non pervenuti; il Responsabile dell’UTC pare si lamenti di essere stato lasciato solo; ultimamente respiriamo un’aria che non induce certo all’ottimismo; la squadra intanto al campo sportivo, in attesa e con la speranza di conoscere al più presto la nostra sorte, agli ordini del tecnico ha iniziato la preparazione; io non voglio immaginare a lunghi mesi senza che questi ragazzi non possano dare libero sfogo alla loro grande passione, quella di praticare calcio, sarebbe veramente terribile” … “al limite, se ci fosse stato almeno il campo di calcetto disponibile, pur di mantenerci in attività, per un anno avremmo persino accettato la limitazione di fare solo calcio a 5 per poi riprendere regolarmente quello a 11 l’anno successivo, ma neanche questo; impianti sportivi tutti bloccati per il motivo – sono dichiarazioni dell’Architetto comunale – che dalla visione delle varie documentazioni ha rilevato che qualcosa osta. Insomma, come dire: piove sul bagnato! Lo aggiungo io in quanto lascio al telefono un Filippo Vena talmente scoraggiato da non avere la forza, morale più che fisica, di dichiarare altro. Una squadra di calcio, a 5 o a 11 che sia, com’è ben noto, oltre alle primarie finalità  agonistiche assolve anche all’importantissimo compito di socializzazione, aggregazione, sano impiego del tempo libero, di veicolo all’esterno dell’immagine del territorio, ecc.; per questo motivo la speranza naturalmente è che tutto, magari in extremis, si risolva per il meglio, che l’ASD Ustica con questi intenti  possa presentarsi regolarmente ai nastri di partenza del campionato di pertinenza. Una finale e doverosa precisazione: qualora i chiamati in causa dal Presidente Filippo Vena volessero replicare alle sue dichiarazioni <Usticasape> correttamente mette a loro disposizione illimitato spazio.

Mario Oddo (odmar@libero.it)

Richiesta campo sportivo
Richiesta campo sportivo

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.