Ustica sape

LE VECCHIE E IL MARE


Riceviamo e volentieri pubblichiamo queste pagine di Poesia e di Luce che il nostro Cittadino Onorario e Tridente d’Oro nel 2001 per le Attività Subacquee, Domenico, Mimmo Drago, ha voluto donare alle “Vecchie di Ustica”.
Parole che toccano l’Anima ed Immagini che narrano la solitudine e le speranze delle anziane Signore, figlie, moglie e madri di tutta quella umanità silente che trova tra le onde del mare, il nutrimento per vivere.
Il Mare è il loro specchio e davanti alla schiuma confessano segretamente la loro vita, che è stata di stenti, ma ricca di amore e di fede.
Guardano il Mare, ma poi ritornano tra le loro famiglie e fino alla fine dei loro giorni hanno una parola di affetto e di misericordia verso la comunità che li ha rese preziose ed insostituibili.
Grazie caro Mimmo, per ciò che ci doni, con la tua straordinaria sensibilità!

La Redazione di usticasape.

_._._._._._.

 

C’è un momento della vita o dovrebbe esistere per tutti noi, l’ora in cui l’anima umana si arrende e pura esce allo scoperto, con un panno bianco tra le mani.

A questo punto, si affronta la vita, svolta fino a quell’istante con la certezza e la presunzione del sapere, diversamente e ci si interroga con domande che forse non ci eravamo mai posti.

Si è costretti a pensare.

Ma pensare è distruggersi.

Se gli uomini sapessero meditare sul mistero della vita, se sapessero sentire le mille complessità che spiano l’anima in ogni azione, non farebbero mai un gesto offensivo, non avrebbero mai soprattutto la convinzione assoluta del loro operato.

Soltanto pochi però sono i tenaci, i testardi, gli irriducibili che non si arrendono mai, neanche quando sono prossimi alla meta finale, quando già si ode il suono di un violino che piange.

Giunge il tempo di consegnare al regista il copione della commedia che abbiamo recitato in tanti frangenti e con l’anima tremante bisogna rassegnarsi a guardare le trasparenze dove specchiarsi.

Finalmente, così, con gli occhi sull’acqua, possiamo dichiarare, come in una segreta confessione, chi siamo veramente e chi siamo stati.

Il Mare è il nostro Confessore!

Arriva turbandoci, l’ora della resa, che ha però suoni vincenti, se sappiamo ascoltarli con l’anima.

Giungono le Vecchie con abiti neri e chiome d’argento, alla riva del mare, portano in testa annodati fazzoletti e con mani rugose e tremanti, stringono al petto fiori di corallo.

Vengono da tutti gli angoli della nostra vita, da case che furono fragranti, dall’incoscienza della loro gioventù, ma ora ascoltano soltanto il brusio sommerso e si smarriscono nella luce soave della luna.                                                           

Le anziane signore sono ombre nere invisibili, simili a pesci nella notte, sono baci di velluto oscuri, sono piume di uccelli ormai stanchi di volare.

A volte sembrano gerani di luce, altre volte sono gabbiani al crepuscolo e appaiono come fantasmi incappucciati, ma hanno nell’anima sempre la gioia e le lacrime dolci dell’infanzia.

Ora hanno affidato il loro cuore allo specchio del mare e a volte si ode un canto rassegnato che sgorga dalla loro bocca che, non sempre ebbe pane.

Vivono nelle lagune della speranza con le loro preghiere sussurrate alla luce delle candele, dormono nelle acque limpide dei sentimenti, quelle stesse da dove viene la mia fragile anima.

Il crepuscolo marino, improvvisamente incendia il cielo e le vecchie mute si vanno alzando con i loro piedi di cristallo, tornano alle pagine stanche dei ricordi, alla malinconia struggente del  passato, alla monotonia delle lunghe giornate.  

Ma ora sono più forti, perché possiedono il Mare, la pienezza verde e ardente delle acque burrascose, l’azzurro delle fiamme, del fuoco liquido e delle stelle. 

Mimmo Drago

Una risposta

  1. Fortunata è l’isola di Ustica che ha tra i suoi concittadini una persona come Mimmo Drago che sa tradurre in parole così sublimi e delicate le sensazioni più profonde e nascoste dell’animo umano, provocando in chi le legge una vera tempesta di emozioni e sentimenti che ti avvolgono e ti fanno riflettere. Grazie per tutto questo.
    La vecchiaia è una fase della vita umana alla quale siamo inesorabilmente destinati. Invecchiare è un privilegio e deve essere un obiettivo della società civile. Accompagnare degnamente gli anziani in questa fase della vita è fondamentale. Se ne ricordino bene gli amministratori comunali.
    L’operato di un bravo amministratore è prendersi cura dei propri concittadini , giovani e anziani. Non si puo’ privilegiare sempre e solo gli interessi economici dimenticandosi di coloro che saranno
    il futuro dell’isola e di quelli che sono il passato i quali hanno contribuito con il loro lavoro , i loro sacrifici ,il loro attaccamento e amore alla propria isola a far si che l’isola di Ustica abbia conosciuto anni di prosperità.
    E non dimentichiamo le parole di San Giovanni della Croce: “Alla sera della vita saremo giudicati sull’amore”.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Buon Compleanno

A  Salvatore Calderone a  Maria Palermo a   Pietro Pomilia  a  Margaret Simmons Powel a  Dalila Famularo Migliori Auguri di Buon Compleanno ^^^^^^^^^^^^^ Oggi si

Read More »
  • CONTATTAMI


  • WEBCAM - USTICA PORTO

  • WEBCAM SPALMATORE


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM PORTO PALERMO


  • VENTI


  • VENTI


  • NAVI


  • Privacy

    Licenza Creative Commons
    Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. DMCA.com
  • TRADUTTORE

  • COME RAGGIUNGERE USTICA

  • Il Libro per tutti i genitori!

  • Hanno detto sul blog

  • Maggio 2024
    L M M G V S D
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • ASD Ustica

    ASD Ustica