Ustica sape

Nota inviata dal Sindaco Militello all’Autorità di Sistema Portuale del mare di Sicilia Occidentale


Buongiorno,

Si riscontra la Vs. nota n. 16781 inviata per email in calce riportata e si fa seguito alla intercorsa comunicazione telefonica del 29/5 con il Vs. dirigente Ing. Caddemi in merito all’attivazione dei tornelli in area testata banchina Sammuzzo.

Come da intese si è atteso qualche giorno per verificare ed evidenziare le problematiche sorte a seguito della Vostra unilaterale decisione nella regolamentazione dell’ingresso e/o uscita dall’area trapezoidale (molo Sammuzzo) ai passeggeri provenienti dalle Isole.

Si premette una delle più importanti considerazione d’ordine legislativo: la continuità territoriale per il residente nell’Isola di Ustica che avviene SOLO tramite l’utilizzo delle strutture e dei servizi portuali (alcuni di questi anche pagati nel biglietto ed oggi, in parte, non più disponibili), non sottovalutando tutti gli altri aspetti economici per l’Isola di Ustica legati sia al turismo che per i frequentatori della stessa, nel momento in cui si creano disagi.

In effetti dei disagi con questo Vs. provvedimento ci sono e sono stati verificati in questi giorni.

L’uscita dal porto su Via Patti per il passeggero proveniente dall’Isola deve essere una possibilità in più  data allo stesso rispetto a quella precedentemente attuata che dovrà comunque rimanere.

L’uscita e/o l’entrata dalla Via Patti per chi ha un veicolo è certamente più comodo, poichè si può giungere a poche metri dalla biglietteria o si può uscire prendendo il veicolo a pochi metri senza alcun tipo di autorizzazione preventiva per accedere al porto, ma per chi è a piedi con bagagli a seguito, per raggiungere i servizi pubblici della città di Palermo, deve percorrere quasi un chilometro per arrivare alla più vicina fermata pubblica di autobus ( del resto la pianificazione dei servizi nella città sono stati realizzati ed attuati secondo la predisposizione del porto alla vecchia maniera ) e certamente questa condizione – sia sotto il sole o la pioggia, con bagagli e bambini – non può essere accettata poichè ci appare una condizione inumana, forse da terzo mondo.

Ciò che non si comprendono sono le reali motivazioni limitative di questo Vostro provvedimento, poichè una persona per entrare a piedi – potendo usufruire del servizio navetta – lo può fare attraversando i tornelli, ma per uscire sempre a piedi arrivando dall’isola non li può attraversare e si è costretti ad uscire sulla Via Patti, con i disagi su descritti, senza alcun tipo di servizio, almeno che Codesta Autorità di Sistema Portuale per gli arrivi non preveda una navetta sulla Via Patti che quanto meno porti sulla Via Francesco Crispi.

Il fatto che si è voluta includere “… l’area del “Marina Yacthing” tra le zone portuali interessate da servizi attinenti agli approdi delle unità veloci in servizio di collegamento di linea con le isole minori…”  dovrebbe essere un valore aggiunto e non una limitazione per i passeggeri provenienti dalle Isole minori che certamente non sono migliaia di persone in transito ad ogni arrivo ma sono numeri ridotti che non possono certamente creare alcun appesantimento al traffico portuale: del resto quando arrivano le navi da crociera sbarcano migliaia di passeggeri ed usufruiscono di tutti i servizi che Voi offrite.

Sembra quasi una sorta di “ulteriore penalizzazione” per coloro che vivono ed arrivano dalle Isole.

Tra l’altro è segnalazione di ieri che a dei passeggeri con auto a seguito provenienti da Napoli, quindi già dentro il porto, e che si sono recati nei pressi della biglietteria per acquistare il biglietto per Ustica, è stato consentito di attraversare i tornelli per l’acquisto ma non era stata consentita l’uscita: il paradosso, conducente ed auto dentro il porto al di là dei tornelli ed il passeggero che si è recato ad acquistare il biglietto avrebbe dovuto fare tutto il giro a piedi dalla Via Patti sino all’ingresso del porto. Risultato: una cattiva discussione con il personale OSP

Oltre tutte le lamentele e segnalazioni verbali pervenute in questi giorni all’attenzione dello scrivente.

Pertanto Vi si chiede di consentire con effetto immediato, per come prima fatto, l’uscita delle persone in arrivo dalle Isole anche dalla zona dei tornelli, tornelli dei quali non si comprende la reale utilità.

Si rimane in attesa di Vs. assicurazione in merito su quanto richiesto e di gentile Vs. riscontro.

Sindaco Ustica

P.S. – la nota è stata inviata a:- Assessorato Regionali Trasporti Dipartimento Infrastrutture Regione Sicilia – Presidente Regione Sicilia – Al Sindaco di Lipari PEC ctisoleminori –  Libertylings – Capitaneria porto Pa  – Dm Palermo Porto I.Caddemi –  Presidenza porto Palermo – Segreteria.presidente Regione Sicilia

Una risposta

  1. Salve,
    in mancanza che lo facciano altri,
    scrivo qualcosa di ovvio.
    Visti i tanti disagi gia’ subiti in passato (a volte umilianti),
    quelli dell’Autorita’ Portuale non potrebbero chiedere alle parti interessate un loro parere (il Sindaco di Ustica per quanto ci riguarda) prima di arrivare a queste stupide decisioni?
    Possibile farlo in futuro?
    Il Sindaco del Comune di Ustica, puo’ da subito farlo presente all’attuale responsabile dell’Autorita’ di Sistema Portuale del mare di Sicilia Ocidentale?

    Cordiali saluti,
    Jose’ Zagame usticese non residente

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • CONTATTAMI


  • WEBCAM - USTICA PORTO

  • WEBCAM SPALMATORE


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM PORTO PALERMO


  • VENTI


  • VENTI


  • NAVI


  • Privacy

    Licenza Creative Commons
    Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. DMCA.com
  • TRADUTTORE

  • COME RAGGIUNGERE USTICA

  • Il Libro per tutti i genitori!

  • Hanno detto sul blog

  • Giugno 2024
    L M M G V S D
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
  • ASD Ustica

    ASD Ustica