Portualità: Sindaco qualche nota stonata…


Il Sindaco ha fatto pervenire un commento, sotto riportato, in merito all’incontro di ieri da parte della commissione consiliare sulla portualità con il Genio Civile OO.MM.

Ho aspettato prima di rispondere (ho contato sino a dieci…) perché non mi era chiaro se quanto da Lui scritto era un messaggio che voleva dare a “qualcuno” o una presa per i fondelli della Commissione Consiliare e di tutta la Comunità usticese.

Noi avremmo preferito che il Sindaco fosse stato presente a quella riunione per difendere, con convinzione, le aspettative di tutta la gente che amministra e avrebbe delegato l’assessore competente per altri incontri concomitanti, perché per un’isola la portualità è la macchina trainante di tutta l’economia

Ci saremmo aspettati anche, da parte del sindaco, l’apprezzamento alla competenza e alla perseveranza della Commissione che è riuscita a dimostrare all’Ing. Viviano che quanto da Lui progettato non è attuabile e che l’unica possibilità di messa in sicurezza della Cala è la “chiusura” a partire dal villaggio Pescatori.

Non si è parlato né di Spalmatore (non è nuova portualità ma il COMPLETAMENTO di un’opera già esistente) né di molo cimitero perché il mandato del consiglio comunale, come prima fase, era la messa in sicurezza della Cala Santa Maria.

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^

Da quello che leggo dalle relazioni dei presenti,come prevedevo, si è parlato solo di messa in sicurezza e non di nuove portualità tipo Spalmatore che non è facile vengano in questo periodo ammesse a finanziamento. Il Genio Civile opere Marittime propone una soluzione alternativa a quella approvata in consiglio comunale che è certamente a salvaguardia dell’ambiente. Massima fiducia ella competenza ed esperienza dell’ing Viviano anche se quando verrà sottoposto alla nostra attenzione il disegno progettuale valuteremo insieme la usufruibilità soprattutto in termini anche di viabilità

Aldo Messina

^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Montecosaro Mariangela Militello

Leggendo la relazione di Salvatore Militello d’emblèe si puo’ notare come la soluzione dell’allungamento Molo Taormina così evidentemente negativa e direi anche pericolosa per gli attracchi in situazioni di mare mosso, sia stata nuovamente proposta, inquietante direi se a riproporla sia stato il GCOM.
Un’altra nota negativa è come ancora una volta si dia piu’ importanza alla paesaggistica, “perfettibile”,come menzionato da Salvatore Militello,e/o alla Poseidonia, piuttosto che alla sicurezza della cittadinanza e delle imbarcazioni.
Sono sempre dell’idea che la natura svolga le sue azioni benefiche e benevoli, rispetto alla necessità dell’uomo, purchè indirizzate ai concetti di parsimonia, rispetto e stile.
Lungi da me dal fare polemiche, ma se parliamo in termini di paesaggistica, mi chiedo quale sia il giudizio della Sovrintendenza rispetto all’edificio militare che sovrasta l’isola o del Museo archeologico munito ancora. se non ricordo male , di barriere architettoniche (vedi art. Usticasape 18/09/2011) !..
Tuttavia se analizziamo completamente detta relazione non possiamo fare altro che plaudire ed apprezzare il lavoro svolto dalla Commissione Consiliare ribadendo con fermezza e competenza le proprie condivisioni, cosa che mi sarei aspettata facesse il Sindaco il quale con la sua assenza non ha supportato la Commissione nè tantomeno rappresentato le richieste della Cittadinanza usticese.
Mi suona come un inquietante presagio a detta del Sindaco nel suo ultimo commento l’eventuale valutazione del disegno progettuale in termini di usufruibilità e viabilità.
Un altro piccolo dettaglio è che il Molo Spalmatore e Cimitero non sono “nuove portualità”, bensì opere già esistenti che dovrebbero e potrebbero essere migliorate per dare una continuità ai trasporti marittimi “verso” e non “contro” lo sviluppo dell’isola.
Tuttavia se i futuri incontri saranno indirizzati verso soluzioni atti a soddisfare i canoni di messa in sicurezza prima di tutto, Poseidonia e paesaggistica ben vengano i pontili galleggianti di cui molti porti turistici sono dotati, uno non molto lontano dal luogo in cui io vivo: il Porto turistico di Marina Dorica (AN).
Auguro a tutta la Commissione Consiliare un proficuo lavoro certa che saranno da noi supportati con orgoglio.

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Mario Oddo

Lascio volentieri ad altri politicamente e tecnicamente più preparati del Sottoscritto il compito di esprimere valutazioni e commenti sull’argomento. Aggiungo semplicemente che ho l’impressione (se non la certezza) che in tutta questa vicenda il Sindaco di Ustica stia puntigliosamente indossando i famosi panni de “L’AMICO DEL GIAGUARO”, per definizione, lo preciso ai più giovani, “chi invece di difendere le ragioni di un amico parteggia per il suo avversaro”. C’è materia di discussione …

 

 

2 thoughts on “Portualità: Sindaco qualche nota stonata…

  1. Lascio volentieri ad altri politicamente e tecnicamente più preparati del Sottoscritto il compito di esprimere valutazioni e commenti sull’argomento. Aggiungo semplicemente che ho l’impressione (se non la certezza) che in tutta questa vicenda il Sindaco di Ustica stia puntigliosamente indossando i famosi panni de “L’AMICO DEL GIAGUARO”, per definizione, lo preciso ai più giovani, “chi invece di difendere le ragioni di un amico parteggia per il suo avversaro”. C’è materia di discussione …

  2. Leggendo la relazione di Salvatore Militello d’emblèe si puo’ notare come la soluzione dell’allungamento Molo Taormina così evidentemente negativa e direi anche pericolosa per gli attracchi in situazioni di mare mosso, sia stata nuovamente proposta, inquietante direi se a riproporla sia stato il GCOM.

    Un’altra nota negativa è come ancora una volta si dia piu’ importanza alla paesaggistica, “perfettibile”,come menzionato da Salvatore Militello,e/o alla Poseidonia, piuttosto che alla sicurezza della cittadinanza e delle imbarcazioni.
    Sono sempre dell’idea che la natura svolga le sue azioni benefiche e benevoli, rispetto alla necessità dell’uomo, purchè indirizzate ai concetti di parsimonia, rispetto e stile.

    Lungi da me dal fare polemiche, ma se parliamo in termini di paesaggistica, mi chiedo quale sia il giudizio della Sovrintendenza rispetto all’edificio militare che sovrasta l’isola o del Museo archeologico munito ancora. se non ricordo male , di barriere architettoniche (vedi art. Usticasape 18/09/2011) !..

    Tuttavia se analizziamo completamente detta relazione non possiamo fare altro che plaudire ed apprezzare il lavoro svolto dalla Commissione Consiliare ribadendo con fermezza e competenza le proprie condivisioni, cosa che mi sarei aspettata facesse il Sindaco il quale
    con la sua assenza non ha supportato la Commissione nè tantomeno rappresentato le richieste della Cittadinanza usticese.

    Mi suona come un inquietante presagio a detta del Sindaco nel suo ultimo commento l’eventuale valutazione del disegno progettuale in termini di usufruibilità e viabilità.
    Un altro piccolo dettaglio è che il Molo Spalmatore e Cimitero non sono “nuove portualità”, bensì opere già esistenti che dovrebbero e potrebbero essere migliorate per dare una continuità ai trasporti marittimi “verso” e non “contro” lo sviluppo dell’isola.

    Tuttavia se i futuri incontri saranno indirizzati verso soluzioni atti a soddisfare i canoni di messa in sicurezza prima di tutto, Poseidonia e paesaggistica ben vengano i pontili galleggianti di cui molti porti turistici sono dotati, uno non molto lontano dal luogo in cui io vivo: il Porto turistico di Marina Dorica (AN).
    Auguro a tutta la Commissione Consiliare un proficuo lavoro certa che saranno da noi supportati con orgoglio.

    Mariangela Militello

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.