Riceviamo e pubblichiamo – Mancato inizio dell’attività scolastica nell’Isola di Ustica

Con l’avvio dell’anno scolastico, grazie ad alcune criticità del mondo della scuola che restano ben lontane dall’essere risolte, si risvegliano vecchi leoni che nell’intento di screditare l’amministrazione, al fine di guadagnare consensi, accusano la stessa di non interessarsi ai problemi della scuola.

Accuse che vengono formulate sconoscendo, in effetti, ciò che si sta facendo per dare soluzione al problema. Certamente i problemi non si risolvono partecipando alle sterili ed inutili polemiche sui social. Si è già chiesto ed ottenuto un incontro con il Prof. Lagalla, Assessore Regionale alla P.I., fissato per martedì 21 p.v., nel contempo si sta cercando di avere un incontro con il Provveditore affinché, come avvenuto lo scorso anno, possa autorizzare delle deroghe che consentano al Capo d’Istituto di poter procedere, da subito, alle nomine utilizzando le graduatorie d’Istituto.

La scuola ha ormai assunto la connotazione e organizzazione molto complessa e più che mai necessita di una revisione legislativa che interessi, in special modo, le piccole Isole e i Comuni montani. Occorre individuare degli adattamenti che consentano di rendere appetibili gli incarichi, specie per i Docenti ed il personale ATA nelle località sopra indicate. Consapevoli dei disagi del Corpo Insegnante ed il personale ATA fin dal giugno scorso ci si è preoccupati, con delibera Consiliare n°22 del 17/06/2021, di mettere a disposizione, con un affitto simbolico, n° 6 vani con servizio per dare ospitalità al predetto personale della scuola.

L’Amministrazione Comunale non può certamente essere accusata di assenteismo nel campo della scuola. Fin dal suo insediamento si è data da fare per dare soluzione ai vari problemi di edilizia scolastica, vedi palestra chiusa da oltre un ventennio, vedi scuola materna chiusa da oltre 15 anni e, si continua a lavorare nella speranza di poter dare soluzione al danno procurato dalla inutile distruzione dell’edificio della scuola media. Si è consapevoli che, l’attuale situazione crea disagi e problemi in seno alle famiglie oltre al pericolo che i nostri ragazzi non raggiungono il limite minimo di 200 giorni di lezione. Si sta facendo di tutto affinché questo pericolo sia scongiurato.

L’Amministrazione comunale di Ustica

^^^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Maria Clara Natale

È davvero raccapricciante che in un momento come questo, in cui viene negato il diritto alla scuola, l’ amministrazione intervenga solo ed esclusivamente per difendersi da accuse fatte da terzi.
In una situazione di una gravità inaudita bisognerebbe intervenire solo per mettere a conoscenza le famiglie di ciò che si sta cercando di fare o al massimo tacere e formare un tavolo di lavoro coinvolgendo madri e insegnanti.
Inoltre mi pare davvero poco consono e per nulla lungimirante affrontare il problema solo ed esclusivamente quando si presenta!
La “situazione scuola” dovrebbe essere tema di dibattito permanente fino alla soluzione del problema.
E voi siete responsabili in quanto amministratori, e inutile che vi nascondiate dietro in dito.

^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Margherita Longo

Caro Sindaco, al di là dei risultati sull’ edilizia scolastica( di cui speriamo di usufruire dopo che avranno trovato il personale necessario per aprire ) ,volevo elencare una serie di temi cruciali per il funzionamento della scuola,  già sollevati dalle famiglie ,a cui finora non sono state date risposte serie ed efficaci al di là di dichiarazioni d’ intenti e solidarietà sulla carta . Sull’  Aumento costi biglietto insegnanti, l’ assessore La Galla dice di avere stanziato una cifra per i rimborsi , di cui a scuola non sanno nulla, nulla sulle promesse di tavoli tecnici regionali per affrontare deroghe e proposte ad hoc per le isole , fondamentale perdita di autonomia scolastica con graduatorie unificate e conseguente arretramento del personale residente(stanno già usando le graduatorie d’istituto e non cambia nulla), sistemi di reclutamento personale scolastico insensati e normative speciali assenti.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Risultato: organico al lumicino, scuole chiuse e assenza totale di soluzioni. Chiedo all’ Amministrazione comunale , per quanto nelle sue competenze  , di ribadire in ogni sede i temi avanzati dalle famiglie. Rifare una scuola per tenerla chiusa e’ una sconfitta per tutti, a partire dai bambini fino al governo Regionale.

Dall’Inghilterra Girolamo Ciaccio

Ha scritto molto ed non ha detto nulla lots of Puffs si dice da queste parti.

^^^^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Roberta Messina 

Su questo sono totalmente d’accordo con salvo militello

5 thoughts on “Riceviamo e pubblichiamo – Mancato inizio dell’attività scolastica nell’Isola di Ustica

  1. Su questo sono totalmente d’accordo con salvo militello

  2. Ha scritto molto ed non ha detto nulla lots of Puffs si dice da queste parti.

  3. Caro Sindaco, al di là dei risultati sull’ edilizia scolastica( di cui speriamo di usufruire dopo che avranno trovato il personale necessario per aprire ) ,volevo elencare una serie di temi cruciali per il funzionamento della scuola, già sollevati dalle famiglie ,a cui finora non sono state date risposte serie ed efficaci al di là di dichiarazioni d’ intenti e solidarietà sulla carta . Sull’ Aumento costi biglietto insegnanti, l’ assessore La Galla dice di avere stanziato una cifra per i rimborsi , di cui a scuola non sanno nulla, nulla sulle promesse di tavoli tecnici regionali per affrontare deroghe e proposte ad hoc per le isole , fondamentale perdita di autonomia scolastica con graduatorie unificate e conseguente arretramento del personale residente(stanno già usando le graduatorie d’ istituto e non cambia nulla), sistemi di reclutamento personale scolastico insensati e normative speciali assenti.
    Risultato: organico al lumicino, scuole chiuse e assenza totale di soluzioni. Chiedo all’ Amministrazione comunale , per quanto nelle sue competenze , di ribadire in ogni sede i temi avanzati dalle famiglie. Rifare una scuola per tenerla chiusa è una sconfitta per tutti, a partire dai bambini fino al governo Regionale.

  4. È davvero raccapricciante che in un momento come questo, in cui viene negato il diritto alla scuola, l’ amministrazione intervenga solo ed esclusivamente per difendersi da accuse fatte da terzi.
    In una situazione di una gravità inaudita bisognerebbe intervenire solo per mettere a conoscenza le famiglie di ciò che si sta cercando di fare o al massimo tacere e formare un tavolo di lavoro coinvolgendo madri e insegnanti.
    Inoltre mi pare davvero poco consono e per nulla lungimirante affrontare il problema solo ed esclusivamente quando si presenta!
    La “situazione scuola” dovrebbe essere tema di dibattito permanente fino alla soluzione del problema.
    E voi siete responsabili in quanto amministratori, e inutile che vi nascondiate dietro in dito.

  5. Salve
    premesso che assai difficilmente mi capita di fare Complimenti e prendere le difese dell’amministrazione/Sindaco;

    Leggere quanto scritto da Maria Clara e Margherita fa’ capire quanto ad Ustica manca del tutto la volonta’ a Dialogare, Confrontarsi in modo Costruttivo ed Insieme, Politici/Cittadini Usticesi, trovare delle soluzioni BATTERCI INSIEME per Battaglie che non vedono altro che la salvaguardia dei nostri Diritti.
    Esprimersi in questi termini come se la responsabilita’ fosse del Sindaco conferma quanto, in questo caso, entrambe vogliate cavalcare l’onda della indignazione per puri scopi politici o che nulla hanno a che fare con il problema (gia’ conosciuto) venutosi a manifestare anche quest’anno;
    Vorrei ricordare a chi legge che una attuale Consigliera della “opposizione” e’ un membro provinciale del PD che si occupa proprio di scuola; perche’ non chiedete anche alla Sig.ra V.S. cosa ha fatto Lei dall’anno scorso ad oggi?
    Perche’ non richiedere anche un Dibattito permanente per quanto riguarda il PROBLEMA scuola nel suo Insieme?
    Non poter frequentare la Scuola per responsabilita’ di una amministrazione Usticese, con Sindaco USTICESE tanto quanto l’attuale e’ forse un problema minire rispetto a quanto accade in questi giorni?

    Perche’ non richiedere anche un Dibattito permanente per quanto riguarda l’AMP Isola di Ustica e per altri problemi che di certo NON ha creato l’attuale amministrazione/Sindaco?

    Raccapricciante e strumentalizzare la rabbia/frustrazione per scopi personali, cosi’ come sarebbe opportuno tacere quando il caso lo richiede.

    Cara Maria Clara e Margherita,
    adoperatevi per il bene comune e non per il comune interesse politico e non solo.

    La nostra Comunita’ necessita di Dialogo e Proposte concrete e non di sterili polemiche.

    Cordiali saluti,
    Jose’ Zagame Usticese non residente.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.