“Città stanca e disillusa”, il Pd parte da Franco Miceli per riconquistare Palermo


Clicca qui per leggere l’artico integrale

 

Cinquemila candele per un’unica rosa offerta a santa Rosalia: l’installazione dello stilista e artista Angelo Cruciani domani a Palermo


 

Un’unica rosa formata da cinquemila candele
Si accenderà domani (domenica 10 luglio) sul sagrato della Cattedrale
L’omaggio a Santa Rosalia dello stilista e artista Angelo Yezael Cruciani

PALERMO. Cinquemila candele, cinquemila preghiere, cinquemila sospiri, cinquemila sogni che volano in alto, alla ricerca della Santuzza. Sperando di convincerla a volgere il capo verso questa nostra terra. Cinquemila ceri che si accenderanno sul sagrato della Cattedrale di Palermo, per formare un’unica rosa, viva, luminosa, bellissima: un omaggio sincero e delicato che partirà dal cuore antico della città per farla sentire viva.

A settembre 2020 Angelo Yezael Cruciani, stilista e artista innamorato di Palermo, aveva composto una grande rosa con duemila cuori, e l’installazione aveva ricevuto la benedizione papale, primo omaggio post pandemia a Santa Rosalia, nell’anno che aveva cancellato il Festino insieme a migliaia di altre manifestazioni in giro per il mondo. Quest’anno Cruciani ritorna a celebra il Festino della rinascita con una nuova installazione: dopo l’accensione tradizionale del Cero di Santa Rosalia, si accenderanno tutte insieme cinquemila candele, domenica sera (10 luglio) alle 21 sul sagrato della Cattedrale.

opo “Rosalia, Rosa mia”, nasce quindi – inserito nel programma ufficiale del 398° Festino di Santa Rosalia – “Rosalia e luce sia”, anch’essa da un’idea di Stefania Morici, con il supporto dell’Arcidiocesi e della Cattedrale di Palermo, del Comune, della Fondazione Sicilia e della Settimana delle Culture, organizzata da Arteventi con la collaborazione di FDR architetti di Agostino Danilo Reale, e con il supporto di Cereria Gambino e di Palazzo Arone.

Dall’alto la “rosa” di candele sarà bellissima, una sferzata di energia, a metà strada tra la street art e la land art. “Il mio legame con il fuoco è potentissimo, poiché costantemente mi insegna che tramite la trasformazione possiamo crescere ed evolvere – dice Angelo Yezael Cruciani che comporrà la rosa di candele con l’aiuto dell’ex Iena e attore Shi Yang Shi -. Questa installazione è un atto di speranza verso il futuro, Santa Rosalia è per me un’opportunità di guarire dalla mia peste, l’ego. La vita continua a riportarmi in questa meravigliosa città per imparare la lezione d’umiltà che la Santuzza ci insegna. Noi tutti possiamo fiorire,  per fortuna le spine hanno anche le rose“.

 “Rosalia, e luce sia! è quella luce alla fine del tunnel che tutti noi vogliamo vedere e vivere – spiega la curatrice Stefania Morici – In un momento delicato come quello che stiamo attraversando, accendere migliaia di luci per Santa Rosalia significa accendere le nostre speranze e i nostri cuori, da troppo tempo spenti e paralizzati dalle “pesti” di questo millennio: il covid e la guerra. Un omaggio alla nostra patrona, che ha attraversato l’oscurità, portando luce, e a tutti i palermitani”.

Angelo Cruciani è una figura creativa che spazia tra arte e moda, ma ha fatto sua la missione di portare armonia e consapevolezza attraverso simboli e creazione di momenti collettivi per ricordare il valore dell’unione e dell’amore. Nel 2014 ha fondato il brand YEZAEL (la nuova collezione è stata appena presentata in Messico) con cui veste i Maneskin, Elodie, Ghali. Cruciani è uno dei protagonisti della serie Netflix, Next In Fashion, ed è reduce da un enorme flash mob, il 2 luglio all’Arco della Pace a Milano:  ha coinvolto migliaia di persone, invitandole a prendersi per mano e appartenersi come soluzione alla solitudine sociale, male del Terzo Millennio.

Servizio di linea Ustica/Palermo e vv – Liberty Lines – AGGIORNAMENTO ORARI E FREQUENZE CORSE DAL 01/07/2022 AL 31/08/2022.


Servizio di linea Ustica/Palermo e vv – Liberty Lines – AGGIORNAMENTO ORARI E FREQUENZE CORSE DAL 01/07/2022 AL 31/08/2022.


Servizio di linea Ustica/Palermo e vv – Liberty Lines – AGGIORNAMENTO ORARI E FREQUENZE CORSE DAL 01/07/2022 AL 31/08/2022.


Riceviamo e Pubblichiamo – Palermo: composizione del nuovo Consiglio Comunale


 La composizione del nuovo Consiglio Comunale, per liste di elezione dei consiglieri e delle consigliere, è la seguente

Maggioranza: 24

Forza Italia 7
Fratelli d’Italia 6
Lavoriamo per Palermo – Lagalla Sindaco 5
Democrazia Cristiana 3
Prima l’Italia 3

 

Minoranza: 16

Candidato sindaco secondo per voti: Franco Miceli
Partito Democratico 5
Azione +Europa 4
Movimento 5 Stelle 3
Progetto Palermo – Miceli Sindaco 3

per la lista degli eletti, a causa di Continue reading “Riceviamo e Pubblichiamo – Palermo: composizione del nuovo Consiglio Comunale”

Richiesta accrediti per la partita della vita – 16 giugno 2022 stadio comunale Renzo Barbera di Palermo


I colleghi che vorranno chiedere l’accredito per la  “Partita della Vita”, in programma giovedì 16 giugno allo stadio comunale Renzo Barbera di Palermo con inizio alle 19.00, posso inoltrare la richiesta entro mercoledì 15 giugno, al seguente indirizzo di posta elettronica: salvo.messina4@gmail.com seguendo i criteri sotto indicati.

Coloro che invieranno la richiesta di accredito dovranno presentarsi giovedì 16 giugno, ore 19.00, all’ingresso della tribuna centrale dello stadio Barbera per ritirare il pass stampa.

PER I GIORNALISTI

  • richiesta di accredito redatta su carta intestata, firmata dal direttore responsabile della testata in cui dovrà essere indicato nome, cognome, data e luogo di nascita della persona da accreditare
  • copia di un documento d’identità in corso di validità della persona da accreditare
  • copia della tessera OdG
  • in mancanza del tesserino, si dovrà allegare una lettera firmata dal direttore responsabile che attesti che la persona da accreditare completerà il percorso per l’ottenimento del tesserino professionale entro, e non oltre il 31 dicembre 2022

PER I TECNICI E OPERATORI

  • richiesta di accredito redatta su carta intestata, firmata dal direttore responsabile della testata in cui dovrà essere indicato nome, cognome, data e luogo di nascita della persona da accreditare
  • copia di un documento d’identità in corso di validità della persona da accreditare
  • copia della tessera OdG (facoltativa e solo se la persona da accreditare ne è in possesso)

 PER I FOTOGRAFI

  • richiesta di accredito redatta su carta intestata, firmate dal direttore responsabile della testata in cui dovrà essere indicato nome, cognome, data e luogo di nascita della persona da accreditare
  • copia di un documento d’identità in corso di validità della persona da accreditare
  • copia della tessera OdG (obbligatoria in caso di fotografi freelance, non accreditati da una testata)
  • Per i fotografi sarà valido l’accredito con accesso alla sola area del recinto di gioco, salvo richieste specifiche in fase di accreditamento per estendere la loro presenza alla sala stampa a fine incontro.

 

Saluto di benvenuto al Vescovo Monsignor Don Corrado Lorefice in occasione della visita Pastorale ad Ustica


Ustica ricordo, partenza con nave per Palermo


Ustica ricordo, partenza con nave per Palermo

Riceviamo e pubblichiamo – Ustica-Palermo, al porto potenziata l’assistenza per i disabili: ma è polemica per l’aliscafo obsoleto


Da PalermoToday

Maria Carola Catalano

Dopo la denuncia dell’ex sindaco dell’isola Nicolò Longo, è stato attivato un presidio fisso di assistenza per chiunque abbia difficoltà motorie: “Esisteva già, ma era a chiamata”. Intanto fa discutere la scelta di utilizzare un’imbarcazione di 30 anni fa, un passeggero: “Non ci sono spazi in cui depositare i bagagli”

Da ieri mattina al terminal aliscafi del molo Sammuzzo, nel porto di Ustica, è attivo un presidio di assistenza per i disabili. Il servizio per le persone con ridotta mobilità, chiesto dall’Autorità portuale, sarà gestito dalla Osp srl, che si è fatta carico dell’acquisto di una sedia a rotelle e della formazione del personale. Ad annunciarlo è il presidente della società, Giuseppe Todaro precisando che in realtà il servizio era già esistente ma funzionava a chiamata o su segnalazione della compagnia. “Considerato che in pochi lo usavano o ci contattavano per richiedere il nostro supporto – spiega il presidente di Osp Giuseppe Todaro – abbiamo deciso di attivarci con un presidio fisso durante le fasi di imbarco e sbarco”. Ma intanto nasce una nuova polemica per la scelta della Liberty Lines di utilizzare un “aliscafo obsoleto” per coprire la rotta verso Palermo.

Sul fronte disabili la decisione arriva dopo la denuncia dell’ex sindaco dell’isola Nicolò Longo che per camminare ha bisogno delle stampelle. “Arrivare dall’aliscafo all’auto – aveva denunciato a PalermoToday – è un’avventura. In altri porti si pensa ad eliminare le barriere architettoniche per favorire i disabili, invece di costringerli a fare chilometri a piedi. Mi chiedo se un’altra volta potrò venire a Palermo con l’aliscafo o con l’elicottero”. Ora grazie a questo supporto sarà più semplice raggiungere la stazione dei taxi e la fermata dei bus navetta gratuiti e da lì proseguire verso la destinazione finale. Osp srl ha raccolto la segnalazione ed è intervenuta per risolvere il problema mettendo fine ai disagi. “In attesa di una soluzione definitiva – spiega ancora Todaro – abbiamo sempre chiesto alle compagnie di segnalarci eventuali esigenze. Ma visto che non tutti hanno la stessa sensibilità, risolveremo alla radice facendoci trovare comunque pronti con personale e carrozzine”.

“Spiace per la disfunzione che si è creata – spiega Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale – ma il servizio è sempre stato attivo, bastava richiederlo. Anche questo, però, da oggi è superato, visto che sarà sempre disponibile una sedia a rotelle per eventuali passeggeri portatori di handicap in imbarco/sbarco dagli aliscafi. Nel nostro lavoro quotidiano ci piace non trascurare nulla: abbiamo curato – come viene fatto notare – la bellezza del nostro porto, la sua funzionalità. E non è certo una colpa. Ma al primo posto abbiamo sempre messo il passeggero e le sue esigenze”.

Il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale fa riferimento alle dichiarazioni rilasciate da Vincenzo Intravaia, segretario provinciale del sindacato Orsa marittimi, che nei giorni scorsi ha raccolto la denuncia di Longo e reso noti anche altri problemi che i lavoratori del porto devono affrontare. Tra questi la mancata conscessione di stalli per i propri mezzi che li costringe a pagare il parcheggio, che tra le altre cose non è vicino. “Per raggiungerlo quindi – denunciava Intravaia -siamo costretti a fare centinaia di metri, spesso con il maltempo, per caricare materiale o bagagli a bordo delle imbarcazioni”.

“Per quanto riguarda le operazioni di carico/scarico – chiarisce Monti – ci sono precise disposizioni societarie di Liberty Lines, secondo le quali non possono essere più trasportati a bordo degli aliscafi pacchi di grosse dimensioni, a maggior ragione se non accompagnati dal passeggero. È ammesso solo il trasporto di piccoli pacchi con il passeggero. Se dovessero, però, presentarsi necessità tecniche della società, sarà la stessa a farne richiesta attraverso una semplice mail agli uffici dell’Authority preposti. In quel caso verranno aperti i cancelli per permettere l’accesso del mezzo che potrà consegnare la merce sottobordo. Per i colli ingombranti c’è la nave, tenendo ben presente che la movimentazione delle merci in porto è di competenza delle imprese portuali autorizzate che provvederanno alle operazioni di carico/scarico”.

Risolto un disagio, scoppia una nuova polemica sulla stessa tratta. Stavolta a far discutere è anche la scelta, questa volta della Liberty Lines, di sostituire l’imbarcazione “Carmen M”, utilizzata fino allo scorso 20 aprile, con la “Alijumbo Zibibbo”, costruita nel 1991, per collegare Ustica e Palermo. “Al suo interno – denuncia un passeggero a PalermoToday – non ci sono spazi in cui depositare i bagagli. I passeggeri sono stati costretti ad appoggiare i propri bagagli tra i sedili vuoti. Tra poche settimane, con gran numero di turisti in arrivo, come si farà?”.

Fonte PalermoToday

 

Riceviamo e pubblichiamo: Approdo fra i disagi al porto, l’ex sindaco di Ustica: “Dall’aliscafo al taxi con le stampelle è un’avventura”


Da PalermoToday

Nicolò Longo, che ha amministrato l’Isola fra il 1986 e il 1990: “In altre città pensa ad eliminare le barriere architettoniche per favorire i disabili, invece di costringerli a fare chilometri a piedi”. Intravaia, segretario provinciale del sindacato Orsa marittimi: “Il restyling fatto solo su misura delle crociere”

Chissà quante volte nella sua vita avrà fatto quel viaggio con l’aliscafo o il catamarano, da Ustica a Palermo. Ora però ha qualche anno in più e si deve aiutare con le stampelle. Dunque fare anche 400-500 metri fino al taxi non è un’impresa semplice. “E’ intollerabile per uno che è disabile – dice Nicolò Longo, ex sindaco di Ustica – e ha difficoltà a camminare. Arrivare dall’aliscafo all’auto è un’avventura. E’ tutto molto bello, però manca una cosa fondamentale. In altri porti si pensa ad eliminare le barriere architettoniche per favorire i disabili, invece di costringerli a fare chilometri a piedi. Mi chiedo se un’altra volta potrò venire a Palermo con l’aliscafo o con l’elicottero”.

A raccogliere la denuncia di Longo, che amministrò l’isola tra il 1986 e il 1990, è Vincenzo Intravaia, segretario provinciale del sindacato Orsa marittimi. “Purtroppo nel restyling del porto – dice a PalermoToday – si è tenuto molto conto degli aspetti diciamo estetici. Abbiamo un bar elegante, le navi da crociera in bella vista, così da attrarre i turisti ma anche clienti per un caffè veloce. Tutto nell’ottica del business. Invece una persona a ridotta mobilità deve fare centinaia di metri per raggiungere il punto in cui può fermarsi il mezzo. Tutto ciò chiaramente dopo aver avvisato degli addetti per aprire il cancello e fare accedere il taxi o altro. Con tutti i disagi e i ritardi che ne conseguono”.

Eppure ogni giorno le corse per Ustica sono diverse e si incrementano durante il periodo estivo. “Parliamo di 300-400 persone al giorno, quindi questo problema si crea spesso. Anche per noi lavoratori – aggiunge Intravaia – che garantiamo i collegamenti ed espletiamo un servizio pubblico, non sono stati concessi gli stalli per i nostri mezzi e dobbiamo pure pagare il parcheggio. Che non è vicino, quindi siamo costretti a fare centinaia di metri, spesso con il maltempo, per caricare materiale o bagagli a bordo delle imbarcazioni. Nella ristrutturazione di quest’area – conclude il sindacalista – c’è stata molta attenzione per le crociere e poco per tanto altro, come le barriere architettoniche o la sicurezza dei viaggiatori”.

fonte: PalermoToday

 

Ustica anni ’60 – partenza per Palermo con aliscafo


Ustica, partenza per Palermo con aliscafo

Aliscafo Carmen M anticiperà partenza da Palermo


 D’Agenzia Militello riceviamo comunicazione che a causa di previsto  peggioramento delle condizioni meteo marine nel pomeriggio il comandante dell’aliscafo Carmen M informa  che, per effettuare la corsa pomeridiana di ritorno da Ustica in sicurezza, anticiperà la partenza da Palermo alle ore 13,30 (anziché alle 15,00) ed arrivato ad Ustica, dopo lo sbarco ed imbarco di eventuali passeggeri, farà rientro su Palermo.

Richiesta motivazione mancato servizio Liberty Lines tratta Palermo – Ustica periodo 13.10.2021 – 16.10.2021.


Download (PDF, 153KB)

Incidente tra navi al porto, la Rubattino urta la prua dell’Antonello da Messina durante le manovre d’ormeggio


A causa di un problema tecnico ancora da accertare, forse l’avaria di un’elica laterale, il traghetto della Tirrenia proveniente da Napoli si è scontrato con l’imbarcazione della Siremar. Salta la corsa delle 8,30 per Ustica. Capitaneria di porto al lavoro per stabilire l’esatta dinamica dei fatti

Da Palermo Today

Daniele Ditta  

 

Incidente al porto fra due navi. A causa di un problema tecnico ancora da accertare, il traghetto Rubattino – proveniente da Napoli e in arrivo allo scalo di Palermo – ha urtato la prua dell’Antonello da Messina, che si trovava in quel momento ormeggiata. Non si registra nessun ferito, solo danni.

Secondo le prime informazioni, durante le manovre di ormeggio, la nave della Tirrenia non sarebbe riuscita ad arrestare la sua corsa per un’avaria ad un’elica laterale, finendo così per scontrarsi con il traghetto Siremar che effettua i collegamenti con Ustica.

L’incidente è avvenuto all’alba, attorno alle 7: sul posto, ad eseguire i rilievi, la Capitaneria di porto che sta conducendo un’indagine per stabilire l’esatta dinamica dei fatti. Previsto anche l’intervento dei periti navali per avviare le pratiche assicurative.

A causa del “tamponamento”, l’Antonello da Messina non è riuscita a partire stamattina alle 8,30 alla volta di Ustica. La compagnia di navigazione, per coprire la corsa, dovrebbe far partire la motonave Sibilla in sostituzione dell’imbarcazione incidentata.

Fonte: Palermo Today

 

Da Palermo a Ustica in nuoto, la staffetta di 30 miglia con 15 nuotatori

Da BlogSicilia.it la Redazione 

Dalla notte di venerdì 23 luglio al pomeriggio del giorno dopop ci sarà una traversata di 15 nuotatori da Palermo a Ustica.

Si tratta dell’evento 30 Miglia per Ustica, una delle iniziative di Ustica Blue Days, prima edizione della manifestazione che mette insieme ambiente, inclusioni e diritti umani per sensibilizzare verso una nuova sostenibilità.

Tra i protagonisti di questa staffetta – che avrà una durata di almeno 20 ore – 15 atleti che si daranno il cambio dal Circolo Velico di Sferracavallo di Palermo fino a Ustica per percorrere una distanza pari a 54 chilometri

Nella squadra c’è anche la nuotatrice palermitana Giulia Noera, pluricampionessa italiana e continentale master, organizzatrice della manifestazione sportiva insieme a Cristina De Tullio ed Enza Spadoni.

Giulia Noera a Swim4lifemagazine.it ha raccontato: «A gennaio del 2020, con Enza Spadoni e Cristina De Tullio, due amiche e appassionate di nuoto soprattutto in mare, abbiamo avuto questa idea di una mega staffetta che avvicinasse due lembi di terra piuttosto lontani, ma idealmente legati da tanti ideali e volevamo soprattutto riportare l’attenzione sul nostro Mediterraneo portando simbolicamente con la nostra staffetta un messaggio di rispetto per la Natura, ambientale e umana. L’idea era nata per essere concretizzata per l’estate del 2020, ma purtroppo la pandemia ci ha fermate del tutto. Quest’anno ci abbiamo riprovato, non senza difficoltà visto comunque lo stato di precarietà in cui tutto ancora si svolge, ma volevamo fortemente dare vita a questa prima edizione dell’evento. Partiremo, nuotando, venerdì prossimo».

E ancora: «Non abbiamo coinvolto esclusivamente campioni nell’accezione comune del termine, ma nuotatori che portassero all’interno della manifestazione idee e istanze di rispetto ed inclusione Salvatore Cimmino ad esempio farà della nostra manifestazione una delle tappe del suo Giro d’Italia a nuoto, per sostenere i diritti delle persone con disabilità. Ma non mancheranno nemmeno nuotatori titolati come Alisia Tettamanzi, oro europeo in acque libere junior nel 1997, finalista alle Universiadi nel 2019, studentessa di scienze naturali e ambasciatrice del WWF junior. Tutti i nostri nuotatori avranno qualcosa da dire all’interno di questa iniziativa, che comprenderà anche un convegno scientifico sui temi dell’ambiente e che si svolgerà appunto ad Ustica, la più antica area marina protetta d’Italia».

I nomi degli atleti che formeranno la staffetta: Gianluca Caldani (Firenze), Salvatore Cimmino (Torre Annunziata), Cristina De Tullio (Rho), Maurizio Di Fresco (Palermo), Fabio Lode (Milano), Camilla Montalbetti (Varese), Giulia Noera (Palermo), Sabrina Peron (Milano), Sara Petrolli (Rovereto), Stefano Salvatori (Roma), Davide Scavuzzo (Trieste ma nata a Catania), Enza Spadoni (Palermo), Alissia Tetttamanzi (Palermo), Sandro Vezzani (Novara), Luciano Vietri (Roma).

Fonte: blogSicilia.it

Nuoto: al via la 30 miglia da Palermo a Ustica con staffetta


Il 23 luglio per coniugare ambiente, sostenibilità e diritti

(ANSA) – PALERMO, 12 LUG – Trenta miglia a nuoto, 54 chilometri, per portare la Sostenibilità al centro del Mediterraneo: è l’obiettivo di 30 Miglia per Ustica, una delle iniziative principali di Ustica Blue Days, la prima edizione di una manifestazione che abbraccia insieme ambiente, inclusione e diritti per sensibilizzare verso una nuova sostenibilità, una ‘sostenibilità aumentata’. Protagonisti della manifestazione, che prenderà il via il 23 luglio alle ore 18, sono 15 nuotatori esperti, ognuno con una diversa istanza di sostenibilità e provenienti da tutta Italia, che in una lunga staffetta di quasi 24 ore copriranno il tratto di Mediterraneo tra il Circolo Velico di Sferracavallo a Palermo e il porticciolo di Ustica, prima area marina protetta d’Italia.

“Con Giulia Noera e Cristina De Tullio, insieme a Davide Bruno Direttore dell’Area marina protetta Isola di Ustica – spiega Enza Spadoni, una delle organizzatrici di Ustica Blue Days – abbiamo sviluppato un progetto che mira a riportare attenzione sul nostro Mediterraneo, ecosistema di fondamentale importanza per gli equilibri climatici dell’intero pianeta e bacino di importanti flussi migratori. Per questo lo attraverseremo a nuoto, portando simbolicamente con la nostra staffetta un messaggio di rispetto per la Natura, ambientale e umana, che renda la perla nera Ustica centro di un nuovo dibattito”.
“Sostenibilità, inclusione, rispetto della natura in tutte le sue accezioni, sport e cooperazione sono i valori su cui si fonda l’attività del Circolo Velico Sferracavallo e che condividiamo con il progetto Ustica blue days – aggiunge Giuseppe Giunchiglia, Presidente del Circolo Velico di Sferracavallo -. Per questo motivo abbiamo sostenuto e partecipato all’organizzazione dell’evento che vedrà il nostro direttore sportivo, Checco Bruni, nelle vesti di testimonial.
Attenzione e sensibilità per queste tematiche che Checco – timoniere di Luna Rossa Prada Pirelli all’ultima edizione dell’America’s Cup e unico italiano in regata nel SailGP – porta in alto nel mondo anche grazie al suo ruolo di ambassador di One Ocean Foundation per la tutela del mare”.
Trenta miglia per Ustica sarà anche una delle tappe del “Giro d’Italia a Nuoto”, un’iniziativa promossa da uno dei quindici nuotatori, Salvatore Cimmino, e patrocinata dalla Camera dei Deputati, dalla Lega Navale Italiana e dalla Guardia Costiera – che con un suo natante seguirà tutte le tappe – per sostenere un mondo inclusivo e senza barriere. (ANSA).

Fonte: Redazione ANSA PALERMO

Domani, Musumeci accoglie presidente Mattarella all’Hub dell’ex Fiera a Palermo


Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci domani mattina, alle 11, accoglierà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, all’Hub vaccinale dell’ex Fiera del Mediterraneo di Palermo per una visita della struttura. Saranno presenti il commissario per l’emergenza Covid di Palermo Renato Costa, il direttore generale dell’Asp Daniela Faraoni e il dirigente generale dell’assessorato alla Salute Mario La Rocca.

Prima della visita all’Hub, il presidente Musumeci, assieme al presidente dell’Assemblea regionale Gianfranco Micciché e al sindaco di Palermo Leoluca Orlando, accoglierà il presidente Mattarella alla commemorazione dei giudici Falcone e Borsellino nell’aula bunker dell’Ucciardone; quindi accompagnerà il presidente Mattarella che deporrà una corona di fiori nella caserma della polizia Lungaro, in corso Pisani, a Palermo.

Visita alla Riserva “Grotta Conza” con “Elementi Creativi”


Passeggiata nella Riserva Naturale Integrale Grotta Conza per ammirare la Piana di Palermo e osservare l’isola di Ustica.
La organizza il 16 e 23 Maggio l’associazione ”Elementi Creativi” di Cardillo .

Un paesaggio unico, quello in cui ci si potrà immergere partecipando alla passeggiata all’interno della Riserva Naturale Integrale Grotta Conza che l’associazione “Elementi” e le Riserve Cai organizzano dalle 9.30 alle 13.30 di domenica 16 maggio e domenica 23 maggio.

Un luogo magico, quello nel quale ci si immergerà, alle pendici della dorsale formata da Monte Gallo, Pizzo Manolfo e Monte Raffo Rosso, in prossimità della borgata di Tommaso Natale, al confine nord della Conca d’Oro.

Un’escursione che consentirà di avere una vista panoramica sulla Piana di Palermo, dalla borgata marinara e dal Golfo di Sferracavallo sino a Monte Pellegrino. Un punto di osservazione unico dal quale, nelle belle giornate, è addirittura possibile scorgere in lontananza l’isola di Ustica. Un ambiente naturale unico anche per il modo in cui si sviluppa il fenomeno carsico, cioè quell’insieme di fenomeni chimico-fisici di erosione che l’acqua esercita su alcuni tipi di rocce, dando luogo a caratteristiche forme del paesaggio superficiale e del sottosuolo.

A ognuna delle due giornate possono partecipare non oltre 10 persone, singoli cittadini e famiglie con bambini di oltre 7 anni, ai quali si consiglia di indossare scarpe da trekking, abbigliamento adeguato e di dotarsi di una riserva che possa compensare la mancanza di punti acqua lungo il percorso.

Le prenotazioni si prendono dalle 10 alle 13 del martedì, giovedi e venerdì, nella sede dell’associazione “Elementi Creativi”, in via Tommaso Natale 78e (di fronte Villa Boscogrande). Ulteriori info al cell. 329.65099421, sul sito http://www.teatrodelfuoco.com/elementi e sulla pagina Facebook dell’associazione (https://www.facebook.com/associazioneelementi).

Lo svolgimento della passeggiata, comunque, è legata all’andamento dell’epidemia SARS COV-19 e a eventi meteorici, così come previsto dal regolamento dell’autorità di bacino.

 

 

 

Zona Rossa per tutti i comuni della Città Metropolitana di Palermo

Download (PDF, 3.14MB)