Ustica, Archimede e l’asinello


Archimede e l'asinello
Archimede e l’asinello

Sguardo attento lucido ironico arrivava con i suoi prodotti dell’orto ottimi e freschi. Melanzane cetrioli pomodori zucchine e con lo sguardo furbo e intelligente sorseggiava il bicchier di vino rosso che gli offrivamo.

Ci raccontava aneddoti e curiosità e gli ultimi fatti del paese…per la prossima festa di San Bartolicchio in un magnifico dialetto siciliano ricco di parole e sfumature.

Un giorno ero sola a ricevere i suoi omaggi e non riuscivo a far si che se ne andasse. e non capivo il motivo. Sapevo che era curioso e affascinato dalle donne nonostante i suoi ottanta anni e oltre… ma non mi ero resa conto che avevo un pareo trasparente e sotto poco o nulla… per cui lo sguardo di Archimede era particolarmente pungente e attento.

Paola Capitani

 

One thought on “Ustica, Archimede e l’asinello

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.