Lutto, un altro pezzo di Ustica se ne va!


Camillo Padovani
Camillo Padovani

Ieri notte a Palermo, nella casa di riposo dove viveva da qualche anno, è passato ad altra vita, all’età di 91 anni,  uno dei più conosciuti, il più popolare usticese di tutti i tempi, Camillo Padovani.

Ai familiari, agli Amici e a quanti Gli volevano bene le più sentite condoglianze.

I funerali si svolgeranno domani 25 Aprile ad Ustica dopo l’arrivo della nave

———-

Un ricordo!…
Oggi nell’apprendere la tristissima notizia della dipartita di Camillo Padovani tutti i componenti la comunità usticese in particolare, idealmente chi vive fuori, guardando l’isola tutt’intorno sicuramente hanno provato una strana sensazione: come se non ci fosse più la Torre Santa Maria, il Faraglione, la Rocca della Falconiera, lo scoglio del Medico. Camillo era un “monumento” per indole, non solo per mole; rappresentava per Ustica qualcuno e “qualcosa”; non una figura ma due in uno: persona  per suoi compaesani, personaggio per le migliaia di turisti per i quali, puntualmente ad ogni stagione, immortalarsi con lui in una foto era d’obbligo e costituiva una dei più bei ricordi da conservare e portare a casa al ritorno al termine delle vacanze estive passate nell’isola. Quel tempo che inesorabilmente lo ha usurato nel fisico mai lo ha toccato nell’immagine che è e resterà quella alla quale siamo tutti legati, del “gigante” buono. Se è vero com’è vero che poi si vive nel ricordo di chi resta, belli saranno per usticesi e forestieri quelli di Camillo e soprattutto tanti da lasciarlo in noi perennemente “in vita”. Mi piace ricordarlo in quella famosissima istantanea che lo fissa, giovane dal fisico atletico, in tuffo a volo d’angelo dalla Grotta Azzurra in basso verso il mare. Camillo oggi ha ripetuto quel tuffo, in altra direzione purtroppo, verso l’alto. Riposa in pace, Gigante !

Mario Oddo

^^^^^^^^^^^

CONDOGLIANZE

Da Palermo Padre Alessandro Manzone 

Apprendo della morte di Camillo. Grande uomo, grande cuore…Mi unisco alla Famiglia e al dolore di tutta Ustica…

^^^^^^^^^^^

Dalla Svizzera Francesco Ferraro

Caro Camillo,
sono triste per la tua scomparsa e abbraccio la tua famiglia in questo triste momento.
Ti voglio dedicare una piccola poesia che ho scritto quando, come te, ero lontano dalla nostra amata isola…

“Le bleu l’entoure dans ses bras, la protège en l’écartant du reste, pendant que le vert la remplit jour après jour et la rende vivante.
Le gris la nourrit, lui donne force et vigueur… la nature c’est sa mère, le feu c’est son père.
Ses sœurs sont nombreuses mais elle ne le connaitra jamais car son destin est de rester isolée.”

Buon viaggio Camillone.

(L’azzurro la circonda tra le sue braccia, la protegge lontano dal resto, mentre il verde la riempie giorno dopo giorno e la rende viva.
Il grigio la nutre, le dà forza e vigore … la natura è sua madre, il fuoco è suo padre.
Le sue sorelle sono numerose, ma non le conoscerà mai, perché il suo destino è di rimanere isolata.)

^^^^^^^^^^^^^^

Da Roma Franco Foresta Martin

Testimonianza e memoria, svago e operosità, arguzia e folklore.
Col vento gelido che svuota la piazza o con l’afa d’agosto che la illiquidisce, Camillone, possente, seduto sul suo trono all’aperto, racconta per sempre le opere e i giorni del nascente turismo di Ustica.
Si spegne l’esistenza, ma dura l’eco di avventure, sentimenti, scherzi e ahimè disgrazie raccolte amorevolmente sul fondo del mare.
La pienezza di una vita colma per sempre il vuoto dell’assenza.

^^^^^^^^^^

Da Napoli Follari Serafino

Triste per la notizia porgo le mie sentite condoglianze a tutta la famiglia Padovani

^^^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Camillone un pilastro di Ustica. Ebbe anche un forte impatto, come ambasciatore, nella crescita del Turismo usticese. Nelle gare di pesca subacquea dell’A.PE.DI.S. ( Ass.ne Pescatori Dilettanti Siciliani ), di cui era membro, disputate ad Ustica per alcuni anni ( anni 50 ), che furono il preludio alla Rassegna, ci fu la spinta di Camillo che fu il padre delle Subacquea di Ustica. La grotta Azzurra negli anni 50-70 era sempre piena ed e’ vero tanti turisti ritornavano anche per la figura carismatica di Camillone. Abbiamo letto begli articoli della Stampa e sui suoi clamori, ma diamo anche un’occhiata a Camillone al naturale, quasi inedito ( per i giovani e turisti ). Era sempre una persona attiva ed impegnata, presente in tutte le attivita’ e manifestazioni locali. In tutte. Da partecipante e da curioso come era nella sua natura. Appassionato di tutti gli sport, specie di calcio come giocatore e da tifoso… del Milan. Quando non esistevano i vigili, ma c’erano gia’ turisti, Camillo si metteva in piazza con gambe leggermente divaricate e mani ai fianchi senza dire una parola, all’altezza del Bar Centrale, e tutti sapevavo che dovevano girare a destra in via della Vittoria. Sempre presente nei momenti di emergenza ad aiutare. Un pescatore dell’apedis annego’ durante una gara, lo ando’ a prendere Camillo a 30 metri, Lo stesso fece con il nipote di Gargano sotto l’Homo Morto. Ai tempi dei confinati comuni Camillo spettatore casuale in Piazza, assistente ad una lite violenta, allora istintivamente, piombo’ su un confinato che colpiva con fendenti un altro a terra e lo scaravento’ in aria salvando una vita. Entro’ indirettamente anche in Politica locale. Il panificio del fratello si doto’ di un forno in metallo, ancora esistente, del peso di circa due quintali che nessuna poteva installare allora Camillone se lo mise sulle spalle e via…..il Gigante Buono anche da ragazzo poteva approfittare della sua stazza, ed in discussioni o liti, invece di agire si dava due schiaffi in faccia con una risata ironica liberatoria e se ne andava. Questo era il suo stile. Negli ultimi anni nella sua poltrona davanti il Bar o nella sua sedia personale era diventato una specie di Oracolo, da visitare e pieno di consigli e ricordi per tutti. Una mattina lo vidi, in una piazza ancora deserta, sotto il Palchetto, sempre in quella posa da combattimento ed in atteggiamento da osservatore, allora gli dissi scherzando : ” quando non ci sei piu’ ti facciamo una bella statua proprio qui in Piazza “. La risposta scontata : ” bisogna vedere chi se ne va prima “. Ecco si dovrebbe trovare una soluzione per ricordarlo per come merita.

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Tranchina

Un altro personaggio della storia di Ustica,ieri notte ci ha lasciato. Grande Camillone, sei una persona che chiunque ti abbia conosciuto non potrà mai dimenticarti. Riposa in pace .

^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Francesco Menallo

Un pezzo di storia dell’isola se ne va, rimpianto da tutti. Ai giovani scriverne ancora, senza paura e senza tentennamenti.

^^^^^^^^^^^

Da Nicola Romano

Mi dispiace. Quando vedevo Camillo Padovani “‘nna Chiazza” capivo ancor di più che mi trovavo a Ustica. La sua tipica voce sapeva smuovere il silenzio mattutino dinanzi al bar Centrale, dove spesso al pomeriggio si concedeva un pisolino all’ombra. Con gli anni il suo fisico possente si era appesantito, non era più quello di quando aiutò Gina Lollobrigida a salire sull’asinello. Addio Camillone!

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Antonino Prestifilippo

ho appreso con tristezza la notizia un simbolo dell’isola che se ne va sono molto triste ma purtroppo questa e’ la vita un abbraccio camillone ricordero’ sempre le tue telefonate sentite condoglianze alla famiglia.

^^^^^^^^^^^^

Da Milano Costantino Tranchina

Ciao Camillo Amico fraterno, maestro sub per i giovani come me.
Mi hai fatto piangere nel silenzio mormorando ancora una volta il tuo nome.
Sei stato un simbolo di bontà ed altruismo per tutti coloro che amano Ustica.
Il tuo coraggio tuffandoti nel profondo blu, come un delfino a sprezzo della tua vita per salvare o riportare a pelo d’acqua tutti gli amici che hanno avuto bisogno dell’esclusivo tuo intervento.
Ti aspetterò sempre in piazza sotto il murales ” il tonno in bicicletta “, ti sostituirò per accogliere tutti i turisti che immancabilmente venivano a salutarti.
Addio Camillone , sono certo che porterai nel tuo cuore il blu intenso del tuo mare.
Riposa in pace, uno dei tanti usticesi che ti hanno voluto bene.

^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Salvo Tranchina 

Una persona tanto grande quanto buona è volata in cielo. Fai buon viaggio Camillone, mancherai tanto alla comunità usticese per il tuo modo di essere e di fare. Un pilastro della nostra isola soprattutto durante gli anni migliori, lasci un bel ricordo della tua persona.

^^^^^^^^^^

Da Ustica Giovanni Palmisano (il Talebano)

Con tanta tristezza oggi ho appreso la notizia della scomparsa  di un grande uomo e Amico usticesi che, oltre per la simpatia, si è contraddistinto prodigandosi  in diversi settori  a vantaggio della sua Amata Isola.
Camillo incuteva paura e rispetto non solo per la sua mole ma anche per la fermezza delle sue decisioni!.

^^^^^^^^^^^^^^

Da Verona Gaetano Famularo

Sentite condoglianze a tutti i familiari.
Tanino e famiglia.

^^^^^^^^^^^^^^

Da Taormina Carlo Natale

La notizia della scomparsa di Camillo mi ha molto rattristato.
Inevitabilmente, mi tornano alla mente certi episodi, che abbiamo vissuto quando frequentavamo il Grotta Azzurra, ed altri relativi al periodo in cui vivevamo entrambi a Monaco di Baviera. Fra questi ultimi ricordo la volta in cui Camillo mi convinse ad andare da Monaco a Milano per assistere alla partita Milan – Bayer, che fu un gran divertimento!
Camillo è stato un grande personaggio di Ustica, che io, come molti altri, ricorderò con simpatia ed affetto.
A tutti i Familiari giungano le mie più sentite condoglianze.

^^^^^^^^^^^^^

Dalla Germania Giovanni Picone

Le nostre piú sentite condoglianze ,ricordando il Camillo come grande uomo e amico .R.I.P

Giovanni e Fam.

^^^^^^^^^^^^

Da Milano Pietro Tranchina

Ciao Camillo
spero, ovunque tu sia, che tu possa continuare in eterno a vedere il tuo amato Scoglio.

^^^^^^^^^^^^

Da New Orleans Maria Compagno Bertucci

Con molto dispiacere ho appreso la morte di Camillo un coetaneo dei miei fratelli Franco e Pierino appassionati del gioco del calcio ed io più piccola ero sempre ai bordi del campo per vederli giocare.
Ho un bel ricordo di quando è vento a New Orleans assieme a Padre Carmelo e a Vito Ailara.
Camillo amava molto la nostra Isola e con lui ricordavamo sempre i tempi della nostra infanzia.

Camillo Riposa in Pace.

^^^^^^^^^^^^^^

Da Verona Giuseppe Giacino

Non lo dovevi fare , il tuo lento e suntuoso incidere lungo la strada di Ustica, la Tua sedia per vedere la tua Isola vivere, il Tuo lungo parlare con me delle tue storie delle tue avventure che hanno costellato e reso unica la Tua vita…mi mancherà tutto questo, mancherà a tutti noi il Tuo simbolo. Grazie Camillo sappi che è stato un onore conoscerti ed ammiranti anche da grande con gli stessi occhi di bambino quando mi prendevi sulle tue poderose spalle.
Ora riposa nel tuo blu.

^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Armaleo Paolo

Ho appena appreso da Ustica sape dell’addio del buon Camillone.
Esprimo sentito cordoglio a tutti i familiari.
Una grande  persona in tutti i sensi.
Buon viaggio.
P.S. Allego una vecchia foto che mi ritrae a sinistra con il “gigante buono”.

^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Angelo Leone 

sono cresciuto guardando  te e mio padre come due rocce indistruttibili …mi attardavo ad ascoltare le vostre storie e i ricordi che spesso condividevate ….e mi riempiva di gioia gurdare come i mio  figlio si avvicinava a te e si riempiva di orgoglio a sentirti raccontare le stesse storie …. storie di mare di pesca e di amicizia ……un abbraccio Camillone

Da Palermo Piero Pomilia

Una notizia dolorosa. E’ come aver perso un familiare, un amico, un punto di riferimento. Da 30 anni hai sempre avuto la stima e un sincero, veritiero affetto mio, dei miei familiari e di tutta la gente che ha avuto la fortuna di conoscerti.
Il sole ed il mare di Ustica ti possano riscaldare e cullare per sempre.
Cinzia e Piero Pomilia

^^^^^^^^^^

Da Palermo Mimmo Drago

“Io torno al mare, avvolto dal cielo, il silenzio tra un’onda e l’altra stabilisce una pericolosa sospensione, muore la vita, si acquieta il sangue, fino a che erompe il nuovo movimento e risuona la voce dell’infinito.” (Pablo Neruda)

Ciao Camillone!
Riposa in pace nelle trasparenze della Tua Isola.

Sentite condoglianze ai familiari.
Mimmo Drago e famiglia.

^^^^^^^^^^^^^

Da Gianna Longo

Che bei ricordi con CAMILLO.. una vita da ragazzi trascorsa insieme tra scherzi e risate. Una scelta di vita vissuta da solo ma mai in solitudine.
Un abbraccio a tutti i familiari e un caro saluto a te CAMILLO..

^^^^^^^^^^^^^

Da Maurizio Nicoletti

 

Un pilastro importante dell’isola di Ustica. Da bambini io ed i miei fratelli lo chiamavamo Maciste.quante volte ci prese in braccio dal vaporetto e fatti scendere in barca. Sentite condoglianze ai familiari e tutti quanti lo conoscevano.

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Giuseppe Caminita 

Purtroppo il nostro grande Camillo e’ morto.
Pilastro portante dell’isola , ha contribuito alla crescita di Ustica,  un pezzo importantissimo di storia che se ne va.
Riposa in pace Camillo , io e sicuramente tutta Ustica te ne siamo grati per tutto quello che hai fatto e donato a no

————

Da facebook

Rosa Alessi Condoglianze a tutta la famiglia

Pino Zannone Gli volevo bene ,tre anni fa credo ,indossava una maglietta di Ustica che desideravo oramai esaurita , capì, se la tolse.Ci impiegai non poco per rifiutare il dono. Unico tvb.

Giusi Anello Una parte della storia di Ustica che va via .Sentite condoglianze alla famiglia

Pinella Maymone Ciao Camillo…..amico. ….Felice ti accoglierà per ricordare le belle avventure🌹

Maria Bellipanni Grande Camillone, indimenticabile , condoglianze alla famiglia

Mi piace · Rispondi · Invia messaggio · Ieri alle 12:22

Annamaria Palmisano Condoglianze alla famiglia !!! Se ne andato una parte grande di Ustica ! R. I.P.

Mi piace · Rispondi · Invia messaggio · Ieri alle 9:17 · Modificato

Marella Cayre Camillo,il nostro gigante buono ,l’amico della mia gioventù tanto ricordi…un uomo speciale ,ciao Camillone

Kitty Tranchina Ciao Camillo già ci mancavi in questi ultimi anni….ora ci mancherai di più. …da lassù controllaci sempre e veglia su di noi ❤❤❤

Graziana Lupattelli Sentite condoglianze .. da parte delle “peruggine ” , come ci chiamavi tu

Annalisa Viperli Pace a te gigante buono!! Ricordo indelebile di un periodo felice della mia vita !!!

Francesco Giordano Un grande in tutti i sensi! Condoglianze alla famiglia e a tutti gli Usticesi.

Maria Rosa D’Adelfio Anche se non vado più a Ustica da anni me lo ricordo benissimo ! RIP

Claudio Di Pace Sentite condoglianze

Mary Mangano Condoglianze alla famiglia

Giuseppe Mistretta Mi dispiace molto. Condoglianze alla famiglia

Salvatore Liotti ciao camillo gigante buono

Isabel de la Cruz RIP.Visualizza traduzione

Rosaria Conigliaro sentite condoglianze…😢

Anna Maria Calì Condoglianze alla famiglia

Francesca Pecora Condoglianze alla famiglia Rip.

Vita Cuttaia Condoglianze alla famiglia

Trekker Man Randazzo Mi spiace.. sempre triste.. quanti anni?

Maria Grazia Giardino Mi dispiace tantissimo……sentite condoglianze!!!

Carmen Picone Condoglianze dalla Germania…r.i.p camillo

Mariangela Licciardi Mi dispiace tanto….R.i.p Camillo

Sebby Petrossi Ciao camilluni sei sempre nel mio cuore

Adriana Gisonna Riposa in pace… Condoglianze alla famiglia!

Milena Murgia Sentite condiglianze

Giuseppe Gallo Sentite condoglianze alla famiglia.

Asia Martello Rip

Luisa Abbagnato Condoglianze alla famiglia, mi dispiace tantissimo.

Angelo Lusitano Rip camillone sei e rimarrai sempre un grande uomo ciao

 

 

20 thoughts on “Lutto, un altro pezzo di Ustica se ne va!

  1. Un pilastro importante dell’isola di Ustica. Da bambini io ed i miei fratelli lo chiamavamo Maciste.quante volte ci prese in braccio dal vaporetto e fatti scendere in barca. Sentite condoglianze ai familiari e tutti quanti lo conoscevano.

  2. Che bei ricordi con CAMILLO.. una vita da ragazzi trascorsa insieme tra scherzi e risate. Una scelta di vita vissuta da solo ma mai in solitudine.
    Un abbraccio a tutti i familiari e un caro saluto a te CAMILLO..
    GIANNA LONGO

  3. “Io torno al mare, avvolto dal cielo, il silenzio tra un’onda e l’altra stabilisce una pericolosa sospensione, muore la vita, si acquieta il sangue, fino a che erompe il nuovo movimento e risuona la voce dell’infinito.” (Pablo Neruda)

    Ciao Camillone!
    Riposa in pace nelle trasparenze della Tua Isola.

    Sentite condoglianze ai familiari.
    Mimmo Drago e famiglia.

  4. Una notizia dolorosa. E’ come aver perso un familiare, un amico, un punto di riferimento. Da 30 anni hai sempre avuto la stima e un sincero, veritiero affetto mio, dei miei familiari e di tutta la gente che ha avuto la fortuna di conoscerti.
    Il sole ed il mare di Ustica ti possano riscaldare e cullare per sempre.
    Cinzia e Piero Pomilia

  5. sono cresciuto guardando te e mio padre come due rocce indistruttibili …mi attardavo ad ascoltare le vostre storie e i ricordi che spesso condividevate ….e mi riempiva di gioia gurdare come i mio figlio si avvicinava a te e si riempiva di orgoglio a sentirti raccontare le stesse storie …. storie di mare di pesca e di amicizia ……un abbraccio Camillone

  6. Non lo dovevi fare , il tuo lento e suntuoso incidere lungo la strada di Ustica, la Tua sedia per vedere la tua Isola vivere, il Tuo lungo parlare con me delle tue storie delle tue avventure che hanno costellato e reso unica la Tua vita…mi mancherà tutto questo, mancherà a tutti noi il Tuo simbolo. Grazie Camillo sappi che è stato un onore conoscerti ed ammiranti anche da grande con gli stessi occhi di bambino quando mi prendevi sulle tue poderose spalle.
    Ora riposa nel tuo blu.

  7. Ciao Camillo
    spero, ovunque tu sia, che tu possa continuare in eterno a vedere il tuo amato Scoglio.

  8. Nostre piú sentite condoglianze ,ricordando il Camillo come grande uomo e amico .R.I.P

    Giovanni e Fam.

  9. La notizia della scomparsa di Camillo mi ha molto
    rattristato.
    Inevitabilmente, mi tornano alla mente certi
    episodi, che abbiamo vissuto quando frequentavamo il Grotta Azzurra, ed altri relativi
    al periodo in cui vivevamo entrambi a Monaco di Baviera. Fra questi ultimi ricordo la volta in cui Camillo mi convinse ad andare da Monaco a Milano per assistere alla partita Milan – Bayer, che fu un gran divertimento!
    Camillo è stato un grande personaggio di Ustica,
    che io, come molti altri, ricorderò con simpatia
    ed affetto.
    A tutti i Familiari giungano le mie più sentite
    condoglianze.

  10. Una persona tanto grande quanto buona è volata in cielo. Fai buon viaggio Camillone, mancherai tanto alla comunità usticese per il tuo modo di essere e di fare. Un pilastro della nostra isola soprattutto durante gli anni migliori, lasci un bel ricordo della tua persona.

  11. Ciao Camillo Amico fraterno, maestro sub per i giovani come me.
    Mi hai fatto piangere nel silenzio mormorando ancora una volta il tuo nome.
    Sei stato un simbolo di bontà ed altruismo per tutti coloro che amano Ustica.
    Il tuo coraggio tuffandoti nel profondo blu, come un delfino a sprezzo della tua vita
    per salvare o riportare a pelo d’acqua tutti gli amici che hanno avuto bisogno
    dell’esclusivo tuo intervento.
    Ti aspetterò sempre in piazza sotto il murales ” il tonno in bicicletta “, ti sostituirò
    per accogliere tutti i turisti che immancabilmente venivano a salutarti.
    Addio Camillone , sono certo che porterai nel tuo cuore il blu intenso del tuo mare.
    Riposa in pace, uno dei tanti usticesi che ti hanno voluto bene.
    Costantino Tranchina.

  12. ho appreso con tristezza la notizia un simbolo dell’isola che se ne va sono molto triste ma purtroppo questa e’ la vita un abbraccio camillone ricordero’ sempre le tue telefonate sentite condoglianze alla famiglia

  13. Mi dispiace. Quando vedevo Camillo Padovani “‘nna Chiazza” capivo ancor di più che mi trovavo a Ustica. La sua tipica voce sapeva smuovere il silenzio mattutino dinanzi al bar Centrale, dove spesso al pomeriggio si concedeva un pisolino all’ombra. Con gli anni il suo fisico possente si era appesantito, non era più quello di quando aiutò Gina Lollobrigida a salire sull’asinello. Addio Camillone!

  14. Un pezzo di storia dell’isola se ne va, rimpianto da tutti. Ai giovani scriverne ancora, senza paura e senza tentennamenti.

  15. Un altro personaggio della storia di Ustica,ieri notte ci ha lasciato. Grande Camillone, sei una persona che chiunque ti abbia conosciuto non potrà mai dimenticarti. Riposa in pace .

  16. Camillone un pilastro di Ustica. Ebbe anche un forte impatto, come ambasciatore, nella crescita del Turismo usticese. Nelle gare di pesca subacquea dell’A.PE.DI.S. ( Ass.ne Pescatori Dilettanti Siciliani ), di cui era membro, disputate ad Ustica per alcuni anni ( anni 50 ), che furono il preludio alla Rassegna, ci fu la spinta di Camillo che fu il padre delle Subacquea di Ustica. La grotta Azzurra negli anni 50-70 era sempre piena ed e’ vero tanti turisti ritornavano anche per la figura carismatica di Camillone. Abbiamo letto begli articoli della Stampa e sui suoi clamori, ma diamo anche un’occhiata a Camillone al naturale, quasi inedito ( per i giovani e turisti ). Era sempre una persona attiva ed impegnata, presente in tutte le attivita’ e manifestazioni locali. In tutte. Da partecipante e da curioso come era nella sua natura. Appassionato di tutti gli sport, specie di calcio come giocatore e da tifoso… del Milan. Quando non esistevano i vigili, ma c’erano gia’ turisti, Camillo si metteva in piazza con gambe leggermente divaricate e mani ai fianchi senza dire una parola, all’altezza del Bar Centrale, e tutti sapenavo che dovevano girare a destra in via della Vittoria. Sempre presente nei momenti di emergenza ad aiutare. Un pescatore dell’apedis annego’ durante una gara, lo ando’ a prendere Camillo a 30 metri, Lo stesso fece con il nipote di Gargano sotto l’Homo Morto. Ai tempi dei confinati comuni Camillo spettatore casuale in Piazza, assistente ad una lite violenta, allora istintivamente, piombo’ su un confinato che colpiva con fendenti un altro a terra e lo scaravento’ in aria salvando una vita. Entro’ indirettamente anche in Politica locale. Il panificio del fratello si doto’ di un forno in metallo, ancora esistente, del peso di circa due quintali che nessuna poteva installare allora Camillone se lo mise sulle spalle e via…..il Gigante Buono anche da ragazzo poteva approfittare della sua stazza, ed in discussioni o liti, invece di agire si dava due schiaffi in faccia con una risata ironica liberatoria e se ne andava. Questo era il suo stile. Negli ultimi anni nella sua poltrona davanti il Bar o nella sua sedia personale era diventato una specie di Oracolo, da visitare e pieno di consigli e ricordi per tutti. Una mattina lo vidi, in una piazza ancora deserta, sotto il Palchetto, sempre in quella posa da combattimento ed in atteggiamento da osservatore, allora gli dissi scherzando : ” quando non ci sei piu’ ti facciamo una bella statua proprio qui in Piazza “. La risposta scontata : ” bisogna vedere chi se ne va prima “. Ecco si dovrebbe trovare una soluzione per ricordarlo per come merita.
    Image may contain: 6 people, people standing, text and outdoor
    Image may contain: 5 people, people standing and outdoor

  17. Triste per la notizia porgo le mie sentite condoglianze a tutta la famiglia Padovani

  18. Testimonianza e memoria, svago e operosità, arguzia e folklore.
    Col vento gelido che svuota la piazza o con l’afa d’agosto che la illiquidisce, Camillone, possente, seduto sul suo trono all’aperto, racconta per sempre le opere e i giorni del nascente turismo di Ustica.
    Si spegne l’esistenza, ma dura l’eco di avventure, sentimenti, scherzi e ahimè disgrazie raccolte amorevolmente sul fondo del mare.
    La pienezza di una vita colma per sempre il vuoto dell’assenza.
    (Franco, da Roma, 25 aprile 2017)

  19. Caro Camillo,
    sono triste per la tua scomparsa e abbraccio la tua famiglia in questo triste momento.
    Ti voglio dedicare una piccola poesia che ho scritto quando, come te, ero lontano dalla nostra amata isola…

    “Le bleu l’entoure dans ses bras, la protège en l’écartant du reste, pendant que le vert la remplit jour après jour et la rende vivante.
    Le gris la nourrit, lui donne force et vigueur… la nature c’est sa mère, le feu c’est son père.
    Ses sœurs sont nombreuses mais elle ne le connaitra jamais car son destin est de rester isolée.”

    Buon viaggio Camillone.

    (L’azzurro la circonda tra le sue braccia, la protegge lontano dal resto, mentre il verde la riempie giorno dopo giorno e la rende viva.
    Il grigio la nutre, le dà forza e vigore … la natura è sua madre, il fuoco è suo padre.
    Le sue sorelle sono numerose, ma non le conoscerà mai, perché il suo destino è di rimanere isolata.)

Rispondi