Estate: Programmazione “cabarettistica”


Molto rumore per nulla…. Come sempre, ogni anno, si fa il più possibile per rendere inquieti i turisti e gli isolani, per poi concludere in un “nulla di fatto”. Chiaramente RINGRAZIO il Sindaco per questa mossa, che almeno tenta di salvare l’estate…. Però ragionavo con alcuni anziani…. Cosa mai è successo ad Ustica prima che introducessero certe ridicole norme sulla sicurezza dell’approdo? Niente, o praticamente niente! Niente incidenti di rilievo, niente feriti, niente di niente! I problemi si sono avuti lo scorso anno, quando si è deciso di allestire l’area delimitata da boe…. per cui lo stesso numero di barche doveva stare in una superficie minore con le ovvie conseguenze…. Non voglio commentare oltre, spero che lo faccia qualcuno più informato di me… Certo, un porto deve essere regolamentato, ci mancherebbe altro. Ma forse la “corsa dell’ultimo minuto”, le boe posate “a occhio”… beh, non si risolvono in questo modo i problemi della portualità… Continuo a chiedermi perchè non si pensi a risolvere i problemi nel mese di settembre di ogni anno, anzichè aspettare fino a maggio… Si, a settembre si è parlato del molo, la messa in sicurezza…. ma parliamo chiaro, quanti di voi hanno creduto che per l’estate si sarebbe costruito il molo? Credo proprio nessuno… Rimanendo in tema di portualità, proprio non capisco perchè a Ustica non ci siano le colonnine “luce e acqua” destinate alle imbarcazioni un po’ più grosse… è un servizio che si ripaga in pochissimo tempo, un tot a notte per l’ormeggio con rifornimento ed è fatta… chi dovrebbe farle? il Comune, e poi darle in gestione ad un privato. GESTIONE per me vuol dire: le costruisce il Comune a proprie spese, poi le affida ad un usticese residente e domiciliato ad Ustica (il gestore) in cambio di un certa tariffa annua, fissa, indipendente da fattori esterni; poi il gestore stabilisce il costo giornaliero per gli eventuali clienti ed ottiene un guadagno (detratta quindi la tariffa da dare al Comune e quella del costo dell’acqua e della corrente vendute). Stessa cosa poteva esser fatta per il distributore di carburanti, no? ma sto spostando troppo il tiro… Tornando alla “portualità”, aspetto con anzia l’altra “nota cabarettistica” di maggio…. L’ordinanza che disciplina le immersioni! Ancora è presto, tipicamente quella esce a fine maggio…. anche se per rendere le cose un po’ più difficili sarebbe meglio farla uscire a metà o fine giugno…

Marco Daricello

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.