Iniziativa scellerata della compagnia Liberty Lines annullare la “Liberty card a favore della Liberty Express


Ho aspettato un po’ di tempo per vedere quanti contributi sarebbero stati inviati a questo blog a commento della scellerata iniziativa di Liberty Lines di annullare la “Liberty card”. L’intervento del Sig. Massimiliano Reyes  preciso, puntuale e civile non credo che smuoverà più di tanto i vertici di questa compagnia. Il Sig. Reyes   scrive che era nell’aria, tuttavia, benché io viva a Milano dal 1965, mantengo contatti diretti con i compaesani e mi tengo aggiornato sui fatti che riguardano la nostra Isola del cuore. Ebbene, non ho percepito alcunché che facesse presagire una simile evoluzione, ma al contrario del nostro amico e per deformazione professionale (mi occupo professionalmente di contabilità e gestione del personale), qualche pensierino l’avevo fatto sui possibili sbocchi che la lodevole iniziativa – anche per interessamento del titolare di questo blog – di estenderla ai nativi ed ai proprietari di case a Ustica di fatto amici ed Usticesi ad “honorem”, una volta che la presidenza della compagnia fosse passata al figlio del Comandante Morace. Così è stato, purtroppo. Certo a ben vedere non è che personalmente avessi vinto un superenalotto con questo regalo: c’era in me però la soddisfazione di sentirmi ancora un Usticese, ancorché lontano, intimamente legato alla mia terra d’origine. Non c’è dubbio che la Liberty Lines nel prendere questa decisione – che sarà a mio parere irrevocabile – ha avuto un peso decisivo il fatto di essere monopolista. Tempo fa ebbi ad ipotizzare il mancato guadagno che la compagnia avrebbe avuto nel tempo ed il risultato andava dai 50 ai 70 mila euro all’anno nell’ipotesi più favorevole ma non ho usato algoritmi per cui il risultato potrebbe essere errato. Sarebbe interessante conoscere i conti fatti dalla compagnia per indurla a prendere una decisione tanto impopolare. Non conosco i termini del bando regionale, né la durata del contratto. A questo punto si può solo sperare che il prossimo bando contempli e condizioni l’assegnazione dell’appalto anche a questo tipo di riconoscimento sia per i nativi sia per i possessori di case. Questa a mio  parere  sarà una decisione politica, di cui dovrebbe occuparsi il Parlamento di Regione Sicilia, in primis il Presidente pro tempore.  Al momento purtroppo, non vedo azioni od iniziative che possano portare ad un ripensamento di questa scelta. Peccato era stata una mossa compresa e fortissimamente voluta dal “vecchio” e lungimirante Morace, ma una volta uscito di scena (da qualche anno) la politica aziendale è cambiata e si è affidata a criteri ragionieristici anziché a strategie  aziendali di lungo respiro anche in previsione che nel futuro avrebbe potuto far valere la sua buona volontà nell’applicare politiche tariffarie agevolate vòlte a dare un’impronta sociale che l’avrebbero in qualche modo potuto favorire nella gara di appalto. Probabilmente con il ricavato pagheranno lo stipendio di  un comandante delle loro unità: ne valeva la pena? Suppongo  che pochi accetteranno qualche euro di sconto sull’acquisto di blocchi di biglietti che, se non utilizzati, suppongo non verranno mai rimborsati. La mia frequentazione con Ustica non è assidua risiedendo a Milano, ma sono, senza ombra di dubbio, uno degli usticesi più presenti dell’isola: al cuore non si comanda! Mi auguro di leggere su questo blog altri è più puntuali interventi sul tema ed auguro a tutti tanta, ma tanta salute.

Giuseppe Giuffria

USTICA, PRESENTATA L’ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE “INIZIATIVA PIM”


Ustica – Nell’ambito del programma della Rassegna internazionale delle attività subacquee che ha avuto inizio oggi, è stata presentata al Centro Accoglienza dell’Area marina protetta (AMP) Isola di Ustica, l’Associazione internazionale “Iniziativa PIM” (Piccole Isole del Mediterraneo) e la sua spedizione con la barca a vela Le Patriarc’h, una goletta di 24 metri battente bandiera francese con un equipaggio composto da 2 marinai professionisti, 2 educatori marini, 6 adolescenti e 3 membri del team PIM.  Nel corso dell’incontro si è discusso anche sulla possibile partnership fra l’Associazione PIM e l’Area Marina protetta Isola di Ustica.

Lo scopo di questa spedizione è di incontrare i gestori degli spazi insulari del Mediterraneo e mettere in evidenza le loro azioni e le buone pratiche di gestione relative a queste aree eccezionali. Il progetto riguarda la sensibilizzazione agli effetti diretti ed indiretti delle attività umane sul Mediterraneo, occupandosi dei problemi derivanti dal cambiamento climatico e dall’abuso di plastiche, che stanno sostanzialmente alterando la composizione biotica del nostro Mare.

Dopo la sua partenza dalla Spagna e dopo tre tappe nel Mar Mediterraneo, il veliero Patriarc’h e il suo equipaggio sono arrivati ad Ustica per la quarta tappa della spedizione PIM dove sosteranno fino al 22 giugno. Questa è un’importante tappa in quanto per la prima volta l’ONG per le Piccole Isole del Mediterraneo sbarcherà nell’Area Marina Protetta Isola di Ustica. Inoltre, verranno svolte in sinergia con la stessa AMP attività di educazione e sensibilizzazione ambientale durante la permanenza del Veliero Patriarc’h. Le attività della tappa sull’Isola di Ustica si terranno inoltre in parallelo alla 59^ Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee e ci svolgeranno incontri ed eventi all’interno della settimana della Rassegna.

L’Iniziativa PIM per le Piccole Isole del Mediterraneo è un programma internazionale che promuove e sostiene la gestione dei territori delle isole del Mediterraneo. Dal 2005, coordina azioni concrete sul campo con il supporto di partner istituzionali, scienti ci e associativi. Queste azioni hanno lo scopo di migliorare la conoscenza delle piccole isole (inventari, prospezione e studi naturalistici), una migliore gestione di questi territori (sostegno allo sviluppo di progetti, workshop di formazione di gestori, scambio di conoscenze e know-how) e sensibilizzare le popolazioni locali alla loro conservazione.

 

Una nuova e interessante iniziativa di Vittorio Arnò – produzione scacchi artigianali


Gli “Scacchi Usticisi©       

1 LavorazScacchiUsticisiXGli Scacchi e la Scacchiera Usticisi sono interamente realizzate a mano da Vittorio Arnò (in arte “X”), un usticese che rappresenta l’isola di Ustica nel mondo attraverso il lavoro, la letteratura, il teatro e l’artigianato.

 La Scacchiera: è un cofanetto in legno pieghevole atto a contenere gli  scacchi.2 ScacchieraUstiChiusaX Aprendolo, nella sua facciata sommitale, si compone la scacchiera  dov’è incisa la sagoma dell’Isola di Ustica con  le 3 ScacchieraUstXsue coordinate geografiche  e la rosa dei venti. Nei bordi verticali destro e sinistro vi è disegnato  rispettivamente il profilo dell’isola sud e quello nord, mentre nel margine di  apertura vi è una miniatura dell’isola, con annesso lo stemma dei Cavalieri  della Famiglia Arnò, che dà la giusta direzione per l’apertura del cofanetto.

 Gli Scacchi: rappresentano rilevanti caratteristiche dell’isola di Ustica.

 I Pedoni: sono costituiti dalla Rosa dei Venti 4  PedoniBNX– strumento indispensabile per  chi vive in un’isola- sormontata dalla famosa Coppa a Piede Alto con manici  che a livello Archeologico rappresenta Ustica nel mondo.

5  TorriBNX Le Torri: Sono le due Torri borboniche di Ustica, rispettivamente la torre  Santa Maria con al suo interno la scala per raggiungere l’entrata e la Torre  dello Spalmatore con al di sopra la porticina per accedere al terrazzo.

 I Cavalli: Sono riprodotti con due 6   CavallucciBNXCavallucci Marini, simbolo della  limpidezza del mare di Ustica che dà l’onore all’isola di essere la prima  Area Marina Protetta d’Italia.

7  FariBNXGli Alfieri: Raffigurano il Faro Punta Gavazzi collocato a sud-ovest dell’isola, elemento guida fondamentale per i solcatori dei mari.

La Regina: E’ la mitica8  DonnaNX Maga Circe. Ustica nella Mitologia è indicata come la probabile isola della maga Circe per la sua posizione geografica.

9  ReBXIl Re: E’ Poseidone che nella mitologia greca è il re del mare che si sposta con i suoi Cavallucci Marini, un pezzo che più di ogni altro merita il ruolo di re in questa scacchiera. Ma la sua storia è assai più importante, appartenente alla narrazione di un Dio più antico che veniva chiamato Enki. Per chi volesse sapere di più, può approfondire cominciando a dare uno sguardo allo stemma del Caduceo che il re porta nel retro del  suo trono, dove viene sintetizzato al meglio il suo vero significato

Per informazioni in merito all’acquisto del prodotto rivolgersi direttamente a Vittorio Arnò Tel. 3397436043

GiocoScachiScacchieraUstApertaXScacchiUsticisiPubblicitX

Soc. Coop. CIPREA – Una iniziativa che ha riscosso notevole successo.

LogoxInternet Società Cooperativa CIPREA
Via Cristoforo Colombo
90010 Ustica (PA)
 www.cipreaustica.it
E-mail: cipreaustica@hotmail.it
cell. 3397436043
P.Iva 05752170828

 

Relazione attività CIPREA anno 2015

La Soc. Coop. CIPREA

La Soc. Coop. Ciprea ha curato la promozione  dellArea Marina Protetta “Isola di Ustica”, su incarico dell’Ente Gestore.

Stand Legambiente 2014-12-19 20 02 20-ha partecipato con uno stand, dal 19 al 21 Dicembre a Palermo,  all’evento “FestAmbiente Mediterraneo 2014” organizzato da Legambiente. Allo stand, con la costante presenza dei nostri operatori, oltre alla consueta e ricca selezione di materiale promozionale,  venivano fornite tutte le informazione su Ustica, la sua Area Marina Protetta, sui programmi  e viaggi didattici  e d’istruzione ad Ustica. Elogiati, dagli organizzatori, come migliore stand dell’evento!!

 ha seguito la  didattica ambientale  sull’ A.M.P. di Ustica con  escursioni sul territorio, per l’Istituto Comprensivo di II grado di Ustica –  dalla prima elementare  all’ultima classe delle superiori.  A conclusione delle attività  gli studenti  hanno realizzato  dei cartelloni, inerenti il tema marino, che successivamente sono stati esposti al Centro visitatori.

– ha espletato un servizio di informazioni, mediante contatti diretti, mail PEC, telefonate e incontri, presso i Continue reading “Soc. Coop. CIPREA – Una iniziativa che ha riscosso notevole successo.”

Iniziativa del Centro Studi e Documentazione: “Cogli un fiore a Ustica”

[ id=20564 w=320 h=240 float=left]Il Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica ha aderito alla manifestazione “El Aziz-Profumo di fiore”, organizzata dall’associazione ComeUnaMarea Onlus e inserita nella Settimana UNESCO dal 18 al 24 Novembre di Educazione allo Sviluppo Sostenibile. Nell’ambito di tale Manifestazione nella città di Palermo e in altre comuni Siciliani è stata prevista l’organizzazione di diverse attività che abbiano come tema il “FIORE”, simbolo paesaggistico di bellezza e creatività che consente la continuità della vita della pianta, esalta la bellezza dei luoghi ed è utile in cucina e nella medicina. Dopo l’intervento del nostro Sindaco previsto nel corso della due giorni (20-21 Novembre) a Palazzo Jung, l’iniziativa si sposterà il 23 e il 24 a Ustica dove il Centro Studi promuoverà l’iniziativa “Cogli un Fiore a Ustica, l’Isola che c’è” e guiderà i partecipanti in un viaggio attraverso le bellezze del paesaggio e la creatività della cucina.[ id=20565 w=320 h=240 float=right] Due giorni dedicati alla valorizzazione della cultura, del paesaggio e della gastronomia tradizionale. Gli aspetti logistici saranno curati dall’Associazione Visitustica.it, rappresentata dalla presidente Elisa Iorio, e dalla sezione locale della Condotta Slow Food delle Isole Siciliane, rappresentata da Margherita Longo. Le adesioni possono essere comunicate attraverso l’indirizzo mail del Centro Studi (info@centrostudiustica.it ) o attraverso l’Associazione Turismo Sicilia (Numero presente del depliant dell’evento).

Addetto Stampa Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica Giorgio Tranchina

 

Una iniziativa sportiva per rafforzare la reciproca collaborazione


Desidero ringraziare pubblicamente Salvatore Militello e Giovanni Martucci per avermi voluto al loro fianco come addetto alle relazioni esterne della neo nata Associazione . Avrei voluto esordire in questo ruolo in maniera più serena ma ho notizie di qualcosa di poco idilliaco nei rapporti tra alcuni soggetti persino quando l’argomento è lo sport che, dicono, dovrebbe aggregare tutti. Una cosa è certa: nel mio “programma” forte personalmente dei rapporti cordialissimi che intrattengo indistintamente con tutti, mi adopererò affinchè ci si sieda ed al più presto intorno ad un tavolo (anche sabato prossimo) e si addivenga ad un sereno e costruttivo anche se duro chiarimento che porti dopodichè tutti a remare dalla stessa parte non nell’interesse privato dei singoli come già maliziosamente da qualche parte si sospetta. All’ASD Ustica le cui vicissitudini ho spontaneamente seguito e seguirò in radio (oltre che “sfruttando” gli spazi che questo Sito cortesemente mi concede) con immutata attenzione l’augurio che dal Comune arrivi quella “buona novella” che consentirà alla squadra di affrontare il campionato di 3° categoria ed all’ASDUC quello di perseguire nelle finalità esclusivamente sportive programmate; che in entrambe le Associazioni prevalga uno spirito di indipendenza che non escluda, anzi rafforzi, la reciproca collaborazione. A beneficiarne saranno i ragazzi e le ragazze di Ustica e la serenità della Comunità isolana. Lo sport, almeno quello che intendiamo noi, quello dilettantistico per il puro gusto del divertimento è SACRO e tutti indistintamente abbiamo il dovere di fare in modo perchè niente e nessuno possa violarlo. Confido nella immediata collaborazione di tutti gli “addetti ai lavori”.
Grazie !

Mario Oddo

Riunione del 20-04-12 e blocco iniziativa “progetto catenarie”


Con riferimento alla nota allegata.

Ogni commento è superfluo. La grave scorrettezza istituzionale per il mancato invito della Commissione Portualità all’incontro del 20.04.2012, denota ancora una volta il narcisismo del Sindaco Messina e la mancanza di rispetto nei confronti di tutto il Consiglio Comunale che aveva votato all’unanimità la nomina della Commissione Portualità.

Sarà mia cura informare i Consiglieri Comunali dell’accaduto e contestualmente nel prossimo Cons. Comunale sarà portato all’o.d.g. la richiesta di espressione di un parere in merito a quanto affermato dall’Amm. Pace al quale va il più sentito ringraziamento unitamente all’Amm. Carpentieri per quanto da loro fatto per la risoluzione del problema delle “Catenarie”.

Leonardo Cannilla
Presidente Consiglio Comunale

———— Segue nota componente esterno Commissione “portualità”

Al Presidente del Consiglio Comunale di Ustica

E, p.c. Ai Signori Componenti della Commissione Portualità

Oggetto: Riunione del 20/4/12 e blocco iniziativa “progetto catenarie” .

Le formulo la presente, diretta per conoscenza ai Componenti della commissione sulla portualità, per informarLa che in data odierna, subito dopo la fine dell’incontro tenutosi a Palermo con i vari Funzionari degli Assessorati con all’ordine del giorno “Problematiche porto di Ustica” e nella quale non è stata volutamente invitata questa Commissione (secondo la dichiarazione del V. Sindaco di ieri sera in aperto Consiglio Comunale “… non è stata una distrazione, ma una scelta del Sindaco …” ), ho ricevuto da parte dell’ Ammiraglio Pace una telefonata comunicandomi gli esiti di tale incontro.

Presenti, in rappresentanza del Comune di Ustica, il Sindaco, l’assessore Mistretta, il Consigliere Comunale Girolamo Tranchina ( non si capisce a che titolo!, visto che una Commissione eletta dal Consiglio, che si era fatta carico anche di questo problema, viene volutamente tenuta fuori).

Il Sindaco ha dichiarato, più volte durante l’incontro, che l’ amministrazione ha trovato i soldi per la realizzazione dell’opera e quindi invita l’Ammiraglio Pace a BLOCCARE tutte le procedure in essere presso il Ministero per lo storno delle somme all’uopo necessarie.

Tanto sarà fatto, mi viene riferito dall’Ammiraglio, presso il Ministero sentito il parere del Consiglio Comunale che è l’Organo che ha dato mandato all’ A. M. P. per la soluzione del problema delle catenarie.

Mi informa, infine, che lunedì prossimo dovrebbe arrivare a Palermo un Funzionario del Ministero proprio per avere delucidazioni su tale argomento, avendo il Ministero “intuito” le contrapposizioni tra i 2 Organi comunali.

Tanto è doveroso comunicare alla S. V. ed alla Commissione.

Cordiali saluti.

Salvatore Militello – Componente esterno Commissione portualità

 

 

PORTUALITA’: Sottoscrizione iniziativa da sottoporre al Consiglio Comunale il 9-01-2012


INIZIATIVA CHE SARA’ MANTENUTA IN PRIMA PAGINA SINO ALLE ORE  12, 00 del 9 Gennaio 2012

[ id=10908 w=320 h=240 float=left] Il Presidente della Regione Sicilia, entro il 31 dicembre di ogni anno, adotta un piano programmatico e gestionale per individuare gli interventi strutturali ed infrastrutturali e le connesse risorse economiche regionali, nazionali e comunitarie da destinare alle Isole Minori.

A tal fine ha invitato i sindaci a presentare delle proposte entro la fine di quest’anno.

Il Sindaco Aldo Messina, con una interessante iniziativa, intende coinvolgere la cittadinanza ad individuare interventi strutturali prioritari che la nostra Isola necessita.

Noi, condividendo le sollecitazioni di molti cittadini, suggeriamo come intervento non più derogabile e quale punto di partenza per lo sviluppo economico sell’Isola, quello della PORTUALITA’ intesa come: – messa in sicurezza della Cala Santa Maria ed il completamento dell’attracco alternativo allo spalmatore, a riparo dai venti provenienti dal 1° e 2° quadrante (che interessano la cala ed il molo del cimitero) allo scopo di assicurare, quasi sempre la mobilità da e per Palermo.

Le proposte di adesione all’iniziativa di cui sopra possono essere firmate presso l’agenzia Militello e in altri luoghi dell’Isola (Bar – Tabacchi – Negozi ) o potranno essere inviate/portate direttamente al Comune – all’ufficio di gabinetto del Sindaco entro il 28 Dicembre – per essere inserite all’OdG del Consiglio Comunale che dovrebbe tenersi entro la fine dell’anno.

Tutti coloro che per vari motivi, si trovano lontani da Ustica potranno mandare le loro note di adesioni, proposte, suggerimenti, pareri scrivendo su usticasape o a pietro.bertucci42@gmail.com che, in tempo utile, porterà all’attenzione del Consiglio Comunale.

È necessario completare le note con nome e cognome – data di nascita e comune di residenza

Si ringrazia per la cortese attenzione che si vorrà riservare a questa importante iniziativa.

Pietro Bertucci

———–

P.S. (21-12-2011 ore 18,00)  A PROPOSITO DI MOLO ALTERNATIVO...

Ho ricevuto qualche richiesta di chiarimenti (non molti per la verità) in merito al completamento “molo alternativo allo Spalmatore”.
Vorrei precisare, prima di tutto, che l’unico deputato a prendere decisioni in merito è il Consiglio Comunale. Io, comunque, non voglio esimermi di esprimere la mia personale opinione al riguardo.
È risaputo che Ustica vanta un mare da favola ed è su questo, principalmente, che noi dovremmo puntare.
Per vari motivi, però, spesso questo non è godibile né dai residenti né dai visitatori.
Abbiamo infatti tutta la zona Nord (Cala Giacone, Cimitero, Faraglioni, Curruggio) non fruibile per la balneazione per “pericolo caduta massi” e la zona sud non facilmente praticabile .
A questi bisogna aggiungere i divieti imposti dall’Area Marina Protetta quasi in tutta la zona dello Spalmatore (zona facilmente raggiungibile).
A questo punto vi chiedo, nella speranza di vedere tanti turisti finalmente giungere ad Ustica, quali punti accessibili e fruibili via terra rimangono a disposizione di chi vorrebbe tuffarsi e godersi pienamente le nostre acque calde e cristalline? Davvero poche ed, ovviamente, super affollate.
Ora, auspicando che il Consiglio Comunale deliberi di intervenire a punta Spalmatore con il completamento del progetto del pontile già esistente, “livellando” l’area esistente, onde consentire, solo in caso di inoperabilità degli altri approdi, una maggiore tranquillità nella pianificazione dei viaggi di andata e ritorno per Ustica e nel contempo di creare un SOLARIUM naturale, suggerendo di usare tecnologie a basso impatto ambientale e l’utilizzo del materiale ricavato sul posto – per ricoprire tutto il cemento già esistente e quel poco che si andrebbe a mettere – non sarebbe un’idea geniale?
Non si avrebbe anche un SOLARIUM naturale sicuramente molto utilizzato e di maggiori dimensioni per accogliere più persone ?
La mia convinzione/opinione, supportata da molti pareri in merito, è che questo sarebbe un progetto ad impatto ambientale vicino allo zero ed avremmo uno spazio importante da dedicare alla balneazione.

Vi ringrazio per l’attenzione che l’argomento sta suscitando.

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^^^^

ADESIONI:

Da Termini Imeresi Grazia Natale 

Io sottoscritta Grazia Natale nata a Palermo il 5.8.1960 e residente a Termini Imerese (Pa) Via Falcone e Borsellino n. 80/B, aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

Cordialità.

F.to Grazia Natale

^^^^^^^^^^^^^

Da Manfredonia Francesco Giordano

Il sottoscritto Francesco Giordano nato a Monte Sant’Angelo (FG) il 28.02.1964 e residente a Manfredonia in via Pulsano 140. Aderisco all’iniziativa Portualità con molo alternativo.

Spero non ci sia bisogno di avere la residenza, domicilio oppure parenti ad Ustica. Soltanto spirito di partecipazione per qualcosa di buono per Ustica.In bocca al lupo(crepi).

^^^^^^^^^^

Da Altofonte Francesco Canino

Io sottoscritto Francesco Canino nato a Altofonte ( Palermo ) il 22/08/66 e residente a Altofonte, via Astronauti n.63, aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

^^^^^^^^^^^

Da Vigevano Desiree Lelisatti

Io sottoscritta Desiree Felisatti nata a mede il 07/11/85 e residente a Vigevano,via gravellona n.36 aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

^^^^^^^^^^

Da Vigevano Giampietro Felisatti

Io sottoscritto Gianpietro Felisatti (Piter)nato a ferrara il 23-05-1950 e residente a vigevano, via gravellona n 36, aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo. cordiali saluti,in particolare a lei sig . bertucci

ps . dopo 40 anni di mia presenza sull’isola,mi auguro anche la messa in sicurezza della cala santa maria.

^^^^^^^^^

Io sottoscritto Giuseppe (Pippo) Giordano nato a Ustica il 14/07/37 e residente a Palermo, via Veneto n.14, aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

^^^^^^

Io sottoscritta Maria Teresa Giordano nata a Palermo il 12/02/75 e residente a Ustica, Piano cardoni s.n.c., aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

^^^^^^^^^^^^

Io sottoscritta Gabriella Giordano nata a Palermo il 12/02/75 e residente a Ustica, Piano cardoni s.n.c., aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

^^^^^^^^^^

Io sottoscritta Maria Bertucci nata a Ustica il 05/02/13 e residente a Palermo, via Veneto n. 14., aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

 

Io sottoscritta Amelia Romano nata a Milano il 12/10/42 e residente a Ustica, Piano dei Cardoni s.n.c., aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

 

Io sottoscritto Renato Saverino nato a Palermo il 22/01/1972 e residente a Palermo, via Libertà n. 56, (coniugato con Gabriella Giordano) aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo.

^^^^^^^^^^

Da Taormina Carlo Natale.

Io sottoscritto Carlo Natale nato a Ustica il 30/08/43 e residente a Taormina in via G. Rossini snc, aderisco all’iniziativa portualità con molo alternativo allo Spalmatore onde consentire ai mezzi di trasporto l’attracco a Ustica nei giorni in cui a causa dei venti di est e sud-est non è possibile attraccare a Continue reading “PORTUALITA’: Sottoscrizione iniziativa da sottoporre al Consiglio Comunale il 9-01-2012”

Interessante iniziativa: Calendari 2012


[ id=9005 w=320 h=240 float=left]I calendari del 2012 contenenti i disegni realizzati dai bambini della scuola elementare di Ustica. sono già in vendita presso la tabaccheria Pecora, la tabaccheria La Barbera , l’edicola Punto e Virgola ed il banchetto dell’Associazione Pole Pole onlus in Piazza della Vittoria , Il costo del calendario è di 5 euro e l’intera somma sarà devoluta al progetto finanziato con l’iniziativa USTICA ISOLIDALE. Il progetto prevede la costruzione di un dormitorio presso un ospedale della Tanzania. Si ringrazia tutto l’organico dell’istituto comprensivo di Ustica, per l’aiuto e l’impegno dimostrato in questa occasione.

Patrizia Lupo