Ustica, Cimitero abbandonato


Lettera aperta

Al Tecnico comunale
e, p.c. al Sindaco

Ieri, come di consueto, mi sono recato al cimitero e mai, come questa volta, avevo avuto un rilievo così pesante e forte da un nostro anziano concittadino, tale Vincenzo Caminita “Mancino”,  in merito allo stato di abbandono del nostro Cimitero. Mi ha pregato di scrivere, a suo nome e che avrebbe volentieri firmato, una lettera al Sindaco al fine di un immediato intervento.  In precedenza, specie nell’ultimo periodo quando  sono venuti a mancare tanti nostri concittadini, non sono mancate i fondati rilievi da parte di Pino, Franco, Sebastiano…
Ricordo che lo scorso anno, settembre 2019, durante il mio breve incarico assessoriale, mi sono fatto accompagnare dal geometra comunale al Cimitero e sono state annotate le più urgenti anomalie ed in particolare alcune situazione di pericolo. Il geometra ha puntualmente preso nota ed ha immediatamente  contattato la Ditta S. Martello la quale, dopo aver fatto il consueto sopralluogo ha indicato necessario un impegno di € 10.000 per completare i lavori urgenti da fare.
È assolutamente inconcepibile, intollerabile che dopo più di un anno e le promesse fatte non sono state ancora debellate le anomalie ma, soprattutto, i pericoli.
Tra due settimane ricorre il giorno dei Defunti  e per l’occasione chiediamo al Sindaco, che legge per conoscenza e/o al Tecnico comunale quali siano stati i motivi  e le responsabilità del mancato intervento e quali iniziative concrete l’Amministrazione intende intraprendere per rendere il nostro Campo Santo un luogo civile e decoroso.

Non l’asciamo alla sola opera volontaria e meritoria della Forestale e di Pino Ciaccio la cura del nostro Cimitero

Pietro Bertucci

One thought on “Ustica, Cimitero abbandonato

  1. Mi fa piacere sapere che dopo circa 10 anni esce un articolo sull’abbandono del cimitero.
    Meglio tardi che mai.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.