Ustica sape

Trasporti merci pericolose: Lettera aperta al Sindaco


Caro Aldo,

Ho letto e seguito tutti i tuoi impegni in merito alla grossa problematica dei trasporti con tutti i problemi che a “ruota” seguono.
Oggi stavo per pubblicare una mia nota, che ti allego, poi fermata in quanto ho – appunto – letto il tuo comunicato.
In merito a ciò (trasporto di domani della benzina) finalmente ho avuto comunicazione da parte della “Siremar” però, mi dicono, l’autobotte poi resterà ferma ad Ustica, in quanto non possono fare tutti questi viaggi.
Difatti partendo alle 10,00 da Ustica (1° viaggio) per Palermo prende l’autobotte e viene ad Ustica ( 2° viaggio) dove resterà ferma sino alla partenza con i passeggeri. Per riportare l’autobotte a Palermo dovrebbe fare altri 2 viaggi.
L’alternativa è di riempire l’ autobotte di acqua dolce per escludere tutti i gas e comunque devo chiedere benestare all’Ufficio Sicurezza Capitaneria.
Allora, viste tali difficoltà, ti (altro…)

EUROPA-REGIONI: TIRRENIA, APERTA INDAGINE SU AIUTI DI STATO


(ANSA) – BRUXELLES, 8 OTT – La Commissione europea ha avviato un’indagine approfondita in materia di aiuti di Stato in relazione ad alcune misure di sostegno pubblico che l’Italia ha adottato a favore delle società dell’ex Gruppo Tirrenia che gestiscono il servizio di traghetti tra l’Italia continentale e diverse isole. Le società finite nel mirino di Bruxelles a causa dei contratti per i trasporti tra l’Italia continentale e la Sicilia, la Sardegna e altre isole italiane sono Tirrenia di Navigazione, Caremar, Saremar, Siremar e Toremar. Le riserve della Commissione – si legge in una nota di Bruxelles – riguardano la possibilità che la compensazione per obblighi di servizio pubblico corrisposta dall’Italia a dette società a fronte dei servizi erogati su alcune rotte marittime comporti un indebito vantaggio economico rispetto ai loro concorrenti. La Commissione esaminerà inoltre se vi sia un ulteriore sostegno concesso alle società del gruppo Tirrenia nel contesto della loro privatizzazione che possa falsare la concorrenza sul mercato. “â naturale – ha osservato il commissario alla concorrenza Joaquin Almunia, su proposta del quale è stata aperta l’indagine Ue – che gli Stati membri debbano compensare le imprese per i maggiori costi che sostengono nel fornire un servizio di interesse economico generale. Tuttavia – ha aggiunto – la Commissione ha anche l’obbligo di verificare che tali servizi siano chiaramente definiti e che non vi sia compensazione eccessiva. La Commissione approva le iniziative intraprese dalle autorità italiane per aprire il mercato del cabotaggio marittimo – ha concluso Almunia – ma deve anche garantire che la privatizzazione di due delle società, Tirrenia di Navigazione e Siremar, non abbia comportato sovvenzioni indebite”. Nella sua nota, Bruxelles ricorda di aver ricevuto alcune denunce riguardanti la proroga dei contratti di servizio pubblico oltre la scadenza, avvenuta nel dicembre 2008, delle convenzioni che disciplinavano la fornitura del servizio ed alcuni aspetti del processo di privatizzazione. A questo proposito, attraverso l’indagine avviata, la Commissione valuterà se la proroga dei contratti di servizio pubblico oltre la fine del 2008 sia conforme alle norme UE in materia di servizi di interesse economico generale (Sieg). L’avvio di un’indagine approfondita – si legge ancora nel comunicato della Commissione – permette ai terzi interessati di comunicare le proprie osservazioni sulle misure in esame, senza che ciò possa tuttavia pregiudicare l’esito dell’indagine.

Fonte: ANSA Valle d’Aosta

^^^^^^^^^^

COMUNICATO STAMPA

Roma, 05 ottobre 2011 – Con riferimento al comunicato stampa della Commissione Europea di oggi in merito all’avvio di una indagine formale sulle misure di sostegno dell’Italia all’ex Gruppo Tirrenia, il Commissario Straordinario, Dott. Giancarlo D’Andrea rappresenta sin d’ora la propria disponibilità alla massima collaborazione con i competenti Uffici al fine di fornire la più ampia informazione sulle vicende e sui procedimenti di dismissione dei Compendi aziendali di Tirrenia e di Siremar.

Tuttavia, in considerazione di alcune fuorvianti ed incomplete interpretazioni giornalistiche apparse sugli organi di stampa in merito ai fatti oggetto dell’indagine avviata dall’Unione Europea, sin d’ora appare (altro…)

Nomina Assessore – Lettera aperta al Sindaco di Ustica


Caro Sindaco,

Oggi pomeriggio, così riporta la tua “agenda”, “se ti rimane tempo dovresti inviare nota sul nuovo riassetto della Giunta”.

Sulla tua ultima “sorpresa” tirata fuori dal “cilindro”, nomina nuovo assessore in sostituzione del Dr Porretto, come puoi immaginare, ho ricevuto parecchi interventi (scritti e per le vie brevi) e, coerentemente con quanto da me scritto in merito all’uso del sito (proporre, indirizzare per crescere), trascrivo alcune significative frasi pervenute (tralasciando, ovviamente, i commenti “impropri”), che dovrebbero farti riflettere.

Premetto che tutti concordano nel definire il nostro compaesano Felice Giardino: “bravo ragazzo e grande lavoratore distintosi, in particolare, per la bontà nella preparazione dei gelati ed i panini con la “meusa”, ma tu affidandogli quell’incarico lo hai caricato di un peso almeno cinque volte superiore al suo (ma non è una formica!!!).
Felice, forse, per la voglia di fare, ha accettato l’incarico e ha anche giurato ma! …

Sindaco, Per assolvere determinati incarichi e per raggiungere l’obiettivo prefissato ci vuole una preparazione culturale di base, una predisposizione e l’atteggiamento mentale idoneo. Il dott. Porretto aveva queste caratteristiche – peccato che per i numerosi impegni non ha potuto onorarci della Sua presenza fisica sull’Isola, per fornire quelle informazioni necessarie che i cittadini avevano bisogno, in merito ai trasporti e al turismo (punti vitali per l’economia dell’Isola) risultando, tra l’altro, quasi sempre assente nelle riunioni di giunta dove si decide, assumendo delle responsabilità con il voto, il presente ed il futuro dell’Isola. Avremmo preferito, in alternativa, per dimostrare il Suo attaccamento ad Ustica, un atto di generosità: – Avendo già abbastanza di Suo (che è quel che merita per il lavoro prestato), avesse rinunciando alla piccola indennità di assessore comunale, devolvendola al sociale o altro. Comunque anche noi lo ringraziamo per quanto di buono ha fatto.

Ritornando ai commenti si legge: “è una provocazione del sindaco …”, “Felice era un elemento dell’opposizione …”, “Mossa strategica concordata con l’attuale presidente del Consiglio …”, “sono le classiche “polpette avvelenate” che di tanto in tanto il sindaco ci somministra …”, “una diabolica trovata del sindaco …”, “è un assessore a tempo determinato, per soli otto giorni …”, “… Il sindaco si sta prendendo gioco di noi perché ha capito che abbiamo l’anello al naso e non siamo in grado di reagire …”, “Come mai i commercianti non si fanno sentire…”, “lo hanno voluto eliminare, come elemento scomodo, per una eventuale surroga in consiglio comunale …?” ecc.

Sindaco se è vero, come dici, che la tua “missione” è volta al bene dell’Isola, per la quale molti non hanno più la certezza, specie in questo ultimo periodo, con la trasparenza più volte da te conclamata dovresti, a stretto giro, rendere ufficiali le motivazioni che ti hanno portato a questa inaspettata decisione.

Grazie

Pietro Bertucci

 

 

Lettera Aperta all’Amico Fraterno Mariano Scalisi


Ciao Mariano! avevo deciso di non scrivere più a questo sito perché nessuno può permettersi di censurare la mia intelligenza. ma sono felice, la tua lettera e’ arrivata come uno tsunami ma positivo bentornato mariano! sono felice di vederti tornare alla “LUCE” con coraggio incredibile. BRAVO,BRAVO BRAVO, bentornato. delle tue parole condivido ASSOLUTAMENTE TUTTO. più che un’analisi hai fatto .haai “girato un lungometraggio del realismo usticese”. TU sei abilitato oltre ogni misura a dire quanto hai scritto perché di ustica hai accettato tutte le negativita’, i rischi di una professione pericolosa e ne sei sempre uscito vincitore. A quaranta anni dalla nostra fraterna conoscenza, ancora oggi ANGELO E FIORELLA l’ultima parola la chiedono sempre a MARIANO, SENZA PER ALTRO POTER RICAMBIARE NEI MOMENTI….. DICO, pertanto, fuori i farisei che sono dentro il tempio. Restino fuori quelli che ne hanno determinato la catastrofe, OGGI penso che almeno per un paio di generazione i MASCHI, ma ce ne sono(?) debbano stare lontani dalla CASA DISTRUTTA e se qualcuno vuole capirci meglio glielo possiamo spiegare a viva voce IN PIAZZA CAPITANO VITO LONGO. INTANTO FUORI I FARISEI DAI TEMPLI: quello SACRO, e quello della RES PUBBLICA

Un fraterno abbraccio Angelo e Fiorella

 

Lettera Aperta al Sindaco di Ustica sui facili permessi


Lettera aperta

Al Sindaco di Ustica

Signor Sindaco,

A fine Luglio dello scorso anno ebbi a lamentarmi con Lei in merito ai troppi permessi che venivano rilasciati, molti senza titoli, per aggirare l’ordinanza sui divieti di circolazione notturna.

La Sua risposta perentoria, davanti a testimoni è stata: “Hai ragione, sono d’accordo ma ormai la stagione è quasi finita, presteremo più attenzione il prossimo anno”.

Anche se non del tutto soddisfatto accettai la risposta.

Quest’anno noto, almeno per quanto si sente in giro, che le Sue sono state promesse da “marinaio”. Infatti ai numerosissimi permessi concessi lo scorso anno si aggiungeranno quelli dei consiglieri comunali.

A che titolo verrebbero concessi i permessi ai consiglieri?

Signor Sindaco la nostra Isola sta perdendo la caratteristica di Isola tranquilla che permetteva ai turisti una vacanza di rilassamento e riposo.

I turisti notano tutte queste ingiustizie, disservizi, confusione, disordine ed altro e fuggono.

Ustica 10-08-2011

F.to Giovanni Ciaccio

 

Lettera Aperta al Sindaco di Ustica


Lettera aperta al Sindaco di Ustica

Epc www.usticasape.it

Sig Sindaco,

visionando il sito usticasape mi ha colpito una Sua nota che “enfatizzava” un intervento dell’Assessore Porretto, presso l’Assessorato Regionale del Turismo e dello Sport, in merito alla liquidazione di circa 19.000 Euro, riferita alla presentazione del rendiconto del 50° anniversario rassegna attività sub 2009, la mancanza dei quali avrebbe potuto “causare uno sbilancio di cassa”.

Come COMMENTO avevo scritto:

“Signor Sindaco vorrei capire se i Funzionari dell’Assessorato Regionale al Turismo hanno fatto una cortesia al Comune di Ustica o il provvedimento di liquidazione delle somme era un atto dovuto. E’ stato, forse, l’intervento dell’ illustre sconosciuto Assessore Porretto a sbloccare le somme dovute?

Sindaco, voglio evidenziarLe che dentro il Comune ci sono alcuni funzionari capaci di svolgere il proprio lavoro.”

Sindaco, visto che Lei continua ad evidenziare questo consorzio turistico alberghiero isola di Ustica le ripropongo la stessa domanda fatta giorno 17 giugno in occasione della costituzione dell’A.T.S per gestire l’evento della 51°rassegna delle attività subacquee : quali strutture rappresenta questo consorzio?

Non avendo ricevuto alcun chiarimento in merito, forse perché non ha visto la mia nota, mi sento in dovere, come cittadino usticese e come operatore turistico, di farLe notare alcune anomalie,anche, in merito alla composizione dalla Sua giunta.

Abbiamo detto dell’Assessore esterno/esterno Porretto che viene pagato, ed incassa senza vergogna, da noi contribuenti e che risulta nell’elenco di “chi l’ha visto”. Ho controllato il sito on line del Comune ed ho contato le sedute di giunta tenutesi dal 4/5/2011 al 2/7/2011, in venti di queste sedute l’ Assessore Porretto è stato presente nella sola seduta del 30/06/2011 solo ed esclusivamente, perché presente sull’Isola spesato, e per il fatto che non si sarebbe potuta tenere la seduta di giunta se non avesse partecipato(presenti tre assessori – Caminita-Pignatone-Porretto).

Le sembra che un Assessore con le deleghe alla PORTUALITA’ – TRASPORTI – SPORT – TURISMO – RETE ECOLOGICA – PROTEZIONE CIVILE possa restare, illustre sconosciuto, sistematicamente lontano da Ustica senza vivere i problemi della nostra gente?

Enfatizzare normali e sporadici interventi da parte dell’ assessore esterno/esterno equivale a voler supportare una Sua scelta sbagliata.

L’anomalia delle anomalie è il “valzer” degli incarichi assegnati all’Arch. Pignatone. Sotto la Sua sindacatura ha fatto di tutto o quasi. Ma il colmo dei colmi è quando è stato nominato responsabile dell’Ufficio Tecnico, part time con il titolare, Arch: Rubbio, vincitore di un concorso per quel posto. Entrambi percepivano il 50% dello stipendio; – come a dire prendi due e paghi uno.

Non si capisce come mai il vincitore di concorso Arch. Rubbio Vincenzo non reclami la Dirigenza che gli spetta di diritto percependo degli emolumenti senza dubbio superiori?

Le autorizzazioni rilasciate in questo ultimo periodo non sono altro che scandalose a voler utilizzare un termine di tutto rispetto, ecco perché l’Arch. Pignatone sostiene che non devono essere pubblicate nell’albo del Comune on line, anche se trattasi di atti amministrativi prodotti nell’ambito del Comune. La pubblicazione di dette autorizzazioni avrebbe portato a conoscenza di molti cittadini, e forse di autorità preposte al controllo, quanto da me evidenziato, che ribadisco essere scandalose e …

Ma non è finita qui, l’Arch. Pignatone viene anche nominato Assessore, in base alla l.r. 22/2008, con deleghe: ai BENI CULTURALI ED ARCHEOLOGICI – LAVORI PUBBLICI – URBANISTICA – PIT – PIR – ATO IDRICO – ATO RIFIUTI – POR – FEFR – GAL., tutte deleghe di pertinenza dell’Ufficio Tecnico.

I cittadini non sanno più chi è il referente in questo ufficio tecnico.

A questo punto Sig. Sindaco sorge spontanea una domanda: “chi controlla il controllore”?

Angelo Tranchina

 

 

 

COMMENTO:

Da Palermo Mario Oddo

Angelo, il tuo accorato “sfogo” istintivamente mi suggerisce una “ultimora” accompagnata da una notizia “gossip”; te le giro volentieri per la serie: ” ridiamo pr non piangere”:

== Ustica. Un abitante usticese S.M. ha riferito alle locali autorità militari, religiose e comunali di avere visto recentemente in un solo giorno nell’Isola un Ufo, la Madonna di Fatima e l’Assessore Porretto. Ritenuto credibile per le prime due, a seguito della terza affermazione è stato sottoposto a immediata perizia psichiatrica.

== Ustica. L’Arch. Pignatone circola da tempo liberamente in Comune con la sua nuova “metà”, l’Arch. Rubbio: … che tempi !!!

 

Da domani caccia aperta anche nelle Isole Minori


[ id=4638 w=320 h=240 float=left]Con decreto 5 ottobre 2010

IL NUOVO ASSESSORE PER LE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI – D’ANTRASSI
con un articolo unico ha decretato che: “Nelle isole minori è consentito il prelievo venatorio al coniglio selvatico, ad eccezione delle zone indicate come siti Natura 2000, dal 9 ottobre al 15 dicembre 2010 incluso, esclusivamente ai cacciatori residenti.”
Palermo, 5 ottobre 2010.

Lettera aperta

A RICCARDO GULLO
candidato sindaco di Leni – Salina

Caro Riccardo,
eccomi a te con le firme di tanti cittadini di Ustica memori di un grandioso gemellaggio che ha visto un incontro di circa cinquecento partecipanti Eoliani ed Usticesi, nella primavera del 1994, giunti a Salina alle tre del mattino in un tripudio di giochi pirotecnici e di festosa accoglienza dei fratelli eoliani.
Fratelli di origine, come lo sono io (da parte della mia nonna materna, la mitica ostetrica donna Mariuccia D’Albora), e fratelli per scelta, nell’ambito dell’ANCIM (Associazione Nazionale Comuni Isole Minori).
Vogliamo farti pervenire tutti insieme un caloroso ed affettuoso: in bocca al lupo! per la tua nuova avventura.

Cosa ci aspettiamo da te?

Siamo certi che tu, come Sindaco, riuscirai ad assolvere tutte le aspettative degli abitanti di Leni, ai quali esprimiamo i nostri migliori auguri per la nascita di una Amministrazione efficiente e di valore che, attraverso la collaborazione e il buon senso di tutte le sue componenti, possa contribuire allo sviluppo di Leni, ma anche di tutte le nostre Isole che costituiscono un meraviglioso microcosmo da valorizzare come patrimonio storico, culturale e naturale.

La tua grande esperienza acquisita con l’efficace e competente direzione del Museo Bernabò Brea, di Lipari, potrà dare un grosso contributo anche ad Ustica, ricca di beni archeologici che urge valorizzare con interventi rapidi e con modestia di mezzi, come hai saputo fare a Filicudi, Salina, Stromboli.
Un impegno immediato, che ti chiediamo, è quello di riuscire ad ottenere presso la Regione l’attribuzione della qualifica di “residenti” per tutti gli isolani che si recano in visita presso altre Isole, al fine di un rilancio degli incontri delle nostre comunità, per studiare insieme le origini comuni, le nostre tradizioni, ed anche (perchè no?) per rendere più vivi i lunghi inverni isolani.
(Per questo obiettivo abbiamo da proporre una petizione popolare preparata insieme al compianto ingegnere Giuseppe Giunta, al quale va il nostro affettuoso ricordo).

Il tuo impegno e il tuo programma per LENI saranno uno stimolo per realizzare quella unione di energie, necessaria al progresso eco-compatibile delle nostre comunità, i cui beni non devono essere sostituiti ma “condivisi” nel rispetto della diversità e dei limiti imposti dalla Natura.
E tu ne saprai essere il Garante !

Un fraterno abbraccio
Angelo Longo

  • CONTATTAMI


  • WEBCAM - USTICA PORTO

  • WEBCAM SPALMATORE


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM PORTO PALERMO


  • VENTI


  • VENTI


  • NAVI


  • Privacy

    Licenza Creative Commons
    Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. DMCA.com
  • TRADUTTORE

  • COME RAGGIUNGERE USTICA

  • Il Libro per tutti i genitori!

  • Hanno detto sul blog

  • Febbraio 2023
    L M M G V S D
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728  
  • ASD Ustica

    ASD Ustica

  • WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com