Su richiesta ripubblichiamo – Problematiche edilizia scolastica…


[ id=14937 w=320 h=240 float=left]  Consiglio Comunale del 17-10-2012 – Problematiche edilizia scolastica… da allora cosa è stato fatto?

Trascriviamo alcuni passaggi significativi della seduta consiliare ordinaria del 17 Ottobre 2012 in merito alla problematica edilizia scolastica inserita al punto 3 dell’O.d.G.su richiesta di alcuni genitori..

Erano presenti in aula Taranto, Zanca, Palermo, Palmisano, Badagliacco, Caserta, Cannilla (presidente), Martello, Picone, Tranchina:
assenti: Russo e Ciaccio.
Assiste alla seduta il segretario comunale Calogera Di Gangi e l’”assistente segretaria” M. Concetta Natale.

Il Presidente dà la parola al tecnico comunale per illustrare la problematica dell’edilizia scolastica.

Arch. Rubbio: “La problematica dello stato di conservazione dell’edilizia scolastica dell’isola è critica. Vi sono degli ammaloramenti nelle strutture piuttosto evidenti attestate anche da alcune relazioni fatte l’azienda sanitaria. Qualche settimana fa ho conferito con il sindaco ed è venuta fuori una nota dove si parla della criticità nella fattispecie dei cornicioni dell’istituto della scuola elementare. Il problema, però, non è solo quello che interessa l’edilizia scolastica, è più grave. Alla scuola media, al liceo ci accorgiamo che le problematiche sono molto più evidenti. Il problema c’è e basta ma guardando il bilancio ci accorgiamo che siamo impotenti a risolvere queste problematiche. Io non smetterò mai di dire che non avere soldi è una giustificazione sterile perché chiunque mi chiede o mi chiederà cosa io ho fatto, è difficile rispondere. Dovremmo quindi confrontarci, prendere in maniera comune delle decisioni e se è il caso anche importanti. La scuola è frequentata da bambini, da ragazzi e chiaramente le mamme vogliono essere rassicurate sulla sicurezza dei propri ragazzi “

Il Presidente legge la nota del Sindaco che cerca di illustrare in 6 punti la situazione attuale dell’edilizia scolastica.

1) Scuola elementare. La soluzione di Continue reading “Su richiesta ripubblichiamo – Problematiche edilizia scolastica…”

Lettera aperta al Presidente del Consiglio di Ustica: Problematiche cimiteriali


logo lista Isola                     Lettera aperta

Al Presidente del Consiglio Comunale – Ustica
Al Segretario Comunale – Ustica

E, p.c. Al Sindaco del Comune – Ustica
e, p.c. Usticasape

OGGETTO: Problematiche cimiteriali

Consiglio comunale piuttosto acceso quello che si è svolto il 29 Ottobre, convocato in seduta straordinaria urgente, avente un solo punto all’O.d.G. : Problematiche cimiteriali.

Il presidente del consiglio, dopo aver detto i motivi dell’urgenza della seduta ha illustrato la “sintesi dell’Ordine del giorno” (documento) da sottoporre all’approvazione del consiglio comunale.

Di seguito riportiamo testualmente quanto il presidente del consiglio ha sintetizzato, nella parte più significativa ed imbarazzante del suo intervento:

“la ricostruzione di nuovi loculi ha una tempistica intorno ai 18 mesi …

In quest’ arco di tempo il sindaco dovrà contattare tutti i proprietari delle tombe gentilizie che hanno la disponibilità per vedere se manifestano la disponibilità di accogliere per 18 mesi i defunti, a cominciare da chi ancora non ha una sepoltura . Qualora non si verificasse la disponibilità da parte dei privati il sindaco sarà obbligato a utilizzare i suoi i poteri e quindi emanare delle ordinanze per mettere i defunti temporaneamente nei posti (tombe gentilizie) che verranno individuati.
Altra soluzione per potere oggi intervenire non c’è…”

Caro presidente, fermo restando lo spirito di partecipazione, la sensibilità, la solidarietà, il senso di responsabilità ed il coinvolgimento emotivo degli Usticesi sui problemi in argomento, che spontaneamente o su richiesta potrebbero accondiscendere ad iniziative sopra richiamate, si rimane basiti nel sentire che una Pubblica amministrazione possa violare, (non sussistendo motivi di calamità naturali, emergenza di salute per pubblica epidemia ecc.), per colpe proprie (incapacità di pianificare ed altro …) che si trascinano almeno da 15 anni, con una ordinanza (un ordine!) – quindi in assenza di consenso del proprietario – un luogo particolare e sacro di una famiglia, dove vengono “raccolte e custodite” le spoglie dei propri Cari.

Presidente non è vero che al “momento non c’è altra soluzione”.

La soluzione più semplice, veloce e di facile attuazione è quella suggerita dal Consigliere D’Arca al quale vogliamo pubblicamente manifestare il nostro apprezzamento, la nostra gratitudine e soprattutto la nostra stima per aver esposto civilmente la volontà della minoranza di integrare con un emendamento la proposta precedentemente formulata dalla maggioranza che non ha avuto nemmeno il buon senso di sentire il parere della commissione cimiteriale, nominata con delibera consiliare n° 51 del 10-10-2013 e della quale fanno parte Caserta, Ailara, Mancuso.

Il consigliere D’Arca proponeva l’estumulazione del feretro, dopo almeno 30 anni di sepoltura, dai loculi ancora in ottimo stato e quindi subito riutilizzabili, finalizzata alla raccolta delle ossa scheletrizzate in apposita cassetta ossario in modo da liberare spazio per future immissioni di feretri nei loculi rimasti liberi.

È oltremodo scorretta la decisione, sempre delle maggioranza, di vendere le piccole aree rimaste all’interno del Cimitero non in base alla richiesta assunta al protocollo, ma con “un’asta al rialzo in modo da ricavare maggiore fondi per la costruzione dei nuovi loculi”… Irrispettoso ci appare ” far valere, in queste circostanze, la legge del più “forte”.

Purtroppo la nostra proposta è stata oggetto di scherno e di offesa da esterni al consiglio comunale e da componenti la giunta. La “democratica” maggioranza non avendo accettato la nostra proposta, ci ha indotti a votare contro anche perché riteniamo che in 18 mesi non ci saranno i nuovi loculi.

Sinceramente non comprendiamo quegli atteggiamenti ostili nei confronti del Consigliere D’Arca – atteggiamenti – che probabilmente hanno origini e radici lontane dai banchi dell’aula consiliare …

Noi riteniamo ancora valida la proposta formulata dal Consigliere D’Arca e suggeriamo che il tutto avvenga, almeno per i primi 10 loculi da estumulare a spese dell’Amministrazione Comunale in quanto gli errori, reiterati nell’arco di almeno 15 anni, sono frutto di incapacità di gestione e di programmazione amministrativa a cominciare dagli eccessivi spazi concessi ai deportati libici.

Al presidente del consiglio vogliamo ricordare che, oltre a coordinare i lavori del consiglio, adempiere alle funzioni previste dai regolamenti e assicurare una adeguata e preventiva informazione ai gruppi consiliari ed ai singoli consiglieri delle questioni sottoposte al Consiglio, ha un compito molto importante che è quello di tutelare i diritti dei consiglieri comunali che non possono essere zittiti né dagli interventi dalla giunta né, tanto meno, da quelli esterni.

Quindi la invitiamo, ancora una volta per il futuro, a fare funzionare l’Organo Consiliare nei modi previsti sia dallo statuto sia dai regolamenti comunali.

Ustica, lì 02 Novembre 2013

Firmato: Consigliere Caminita; Consigliere Caserta; Consigliere Basile

 

Le “problematiche cimiteriali” provengono da lontano…


 

[ id=20015 w=320 h=240 float=left] Le problematiche cimiteriali sono frutto di cattive gestioni amministrative che provengono da lontano a partire dall’amministrazione Licciardi, quando non ha inserito nel Piano Regolatore Generale l’ampliamento cimiteriale e proseguite dall’amministrazione Messina quando, nel primo mandato, otteneva un finanziamento straordinario di € 125.000 per l’ampliamento cimiteriale che a tutt’oggi non si sa che fine ha fatto. In quel periodo il consiglio comunale, presieduto da Vito Natale, ha votato anche la richiesta in deroga per l’ampliamento cimiteriale, visto che ricade in zona vincolata.

Cosa è stato fatto? Di chi sono le responsabilità?

Per aiutare a ricordare si allegano due interrogazioni inviate al sindaco Messina e al Prefetto senza riscontro.

Felice Badagliacco e Giovanni Palmisano
Ex consiglieri comunali

^^^^^^^^^^^

Al Sindaco di Ustica

e, p.c. a S.E. il Prefetto di Palermo
al Presidente del Consiglio

OGGETTO: Loculi Cimiteriali

Sig. Sindaco,

ancora una volta dobbiamo ritornare sull’argomento “loculi cimiteriali” dato che, con la morte della cara Maria Maggiore, non abbiamo più a disposizione loculi cimiteriali di proprietà comunale.

Considerato che a tutt’oggi le nostre reiterate segnalazioni in merito, a partire dalle elezioni del 2003 dove l’ampliamento cimiteriale era uno dei punti di forza della nostra compagine, non sono state prese in seria considerazione, riteniamo il sindaco direttamente responsabile in merito all’igiene e alla sanità pubblica nonché per i disagi che i cittadini saranno costretti a subire, conseguentemente alla mancata sepoltura dei loro cari.

Sindaco la invitiamo, ancora una volta, con la massima urgenza a far predisporre tutti gli atti necessari per l’aggiornamento del regolamento cimiteriale, riguardante l’utilizzo delle cellette dopo lo spurgo dei loculi del 1930, l’abbattimento dei vecchi loculi e la ricostruzione, nello stesso sedime, di nuovi loculi entro e non oltre gli stretti tempi tecnici necessari.

Per quanto concerne i fondi da investire nelle opere cimiteriali potevano essere già a disposizione degli Uffici competenti, qualora fossero state attuate le procedure per il recupero dei proventi derivanti dalla vendita delle aree sdemanializzate, così come deliberato dal consiglio comunale, ma, per cause poco chiare, ancora non è stato data attuazione alla vendita.

Ustica 12 Ottobre 2012

I consiglieri comunali
Firmata: Giovanni Palmisano
Felice Badagliacco

Protocollo comunale n° 3993 del 12 Ott. 2012

^^^^^^^^^^^^^^

INTERROGAZIONE URGENTE CON RISPOSTA SCRITTA

Al Sindaco di Ustica

a S.E. Prefetto di Palermo

OGGETTO: Cimitero Comunale

I sottoscritti consiglieri comunali Felice Badagliacco e Giovanni Palmisano

Premesso che più volte hanno sollecitato il Sindaco nonché gli uffici competenti ad attuare tutte le procedure idonee alle problematiche cimiteriali;

Vista la scarsa attenzione che il sindaco Aldo Messina ha nei confronti dei cittadini, che crede di amministrare, non avendo la sensibilità (ma lui non è di Ustica) di garantire un loculo per l’ultima dimora.

I futili discorsi, per declinare ogni sua responsabilità, sono palesemente forvianti in quanto siamo costretti, nostro malgrado, a farle notare che sono rimasti a disposizione gli ultimi quattro loculi con un alto numero di anziani a rischio e non solo.

Visto che il regolamento Cimiteriale di Ustica non è adeguato alle norme vigenti

Considerato che:

– non abbiamo un locale idoneo di deposito salme;

– non abbiamo più area disponibile per la costruzione di loculi;

– il Cimitero è ora provvisto di cellette;

– da una attenta lettura del suo programma elettorale del 2003 si dava primaria rilevanza all’ampliamento del Cimitero e sino ad oggi inadempiente con la perdita, addirittura, di un finanziamento per ampliamento cimiteriale .

Relativamente ai fondi da impiegare, potrebbero essere recuperati dalla vendita delle are demaniali individuate e approvate in un recente consiglio comunale o dal capitolo fondi/investimenti del comune o dall’entrata degli oneri di urbanizzazione.

Si chiede al Sindaco di portare in Consiglio Comunale l’adeguamento del Regolamento Cimiteriale e di attivare urgentemente tutte le procedure atte allo spurgo e/o estumulazione dei loculi impegnati sin dagli anni 30 e su di lì. Detto intervento porterebbe alla demolizione e successiva ricostruzione urgente di nuovi loculi nella stessa area, prevedendo altre cellette necessarie per gli estumuli successivi.

Ustica 3 settembre 2012

Felice Badagliacco
Giovanni Palmisano

Assunto al protocollo comunale al 3368 del 3-09-2012

 

 

 

Problematiche Trasporto Marittimo


 

Unione Europea
REPUBBLICA ITALIANA
Regione Siciliana
ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ
L’ASSESSORE

Palermo Prot. n. 36031/gab del 18/04/2013

Allegati n.

OGGETTO: Problematiche trasporto marittimo.

Al Signor Sindaco del Comune di Ustica
S E D E

Al Dirigente Generale del
Dipartimento Regionale Infrastrutture Mobilità e Trasporti
S E D E

La S.V è convocata per giorno 23 Aprile 2013 alle ore 12,30 presso gli uffici di questo Assessorato, via Leonardo da Vinci n.161 piano 4° per discutere delle problematiche sul trasporto marittimo al fine di predisporre un piano operativo per la nuova programmazione dei servizi.

Firmato L’ASSESSORE
Dott. Antonino Bartolotta

 


 

Problematiche isole minori & mediazione 6 e 7 aprile 2013 Ustica.


Devo segnalare di aver ricevuto- direttamente ed indirettamente – significative approvazioni per quanto in oggetto.Poiche’ non ho rinvenuto alcun articolo sulle due giornate, nel caso possa interessarvi, vi segnalo che stiamo preparando un estratto delle sei ore di videoregistrazione totali che non intendiamo infliggere a nessuna vittima, anche consenziente, a cui allegherei un breve commento, per informare documentatamente gli assenti

Francesco Menallo

Problematiche Amministrative: “Chiarezza innanzitutto!”


Leo Cannilla  (6)mCon riferimento all’articolo riguardante la chiusura dell’istruttoria sulle problematiche amministrative del Comune di Ustica da parte dell’ufficio Ispettivo della Regione Sicilia, richiesta a suo tempo da 9 Consiglieri Comunali su 11 presenti in aula con 2 sole astensioni, ancora una volta sono costretto a smentire con dovizia di particolari ed attenendomi ai documenti ufficiali, la dichiarazione del Sindaco e di tutti coloro che pur non essendo minimamente a conoscenza di quanto effettivamente accaduto, si permettono di esprimere strumentalmente giudizi poco lusinghieri con lo scopo di delegittimare per scopi ben noti, viste le imminenti elezioni, i componenti del Consiglio Comunale che io, in qualita’ di Presidente, ho il dovere di tutelare.

Andiamo ai fatti.

Il Consiglio Comunale, quando ne e’venuto a conoscenza,ha sempre evidenziato le criticità amministrative gestionali che sin qui hanno prodotto Sindaco e Giunta. La prova evidente è confortata da una serie di presunte illegittimità che sono state dibattute nel Consiglio comunale del 5 marzo 2012, di seguito riportate e votate da ben 9 Consiglieri quali:

a) Nomina illegittima dell’ Arch. Pignatone, gia’ assessore, a capo dell’U.T.C. pur avendo in pianta organica il vincitore del concorso.

La nomina dell’Arch. Pignatone e’ stata revocata a partire dal 1 ottobre 2012!

Vicenda chiusa! Evidentemente la richiesta del Consiglio era motivata!

b) Ripetute violazioni del regolamento comunale per l’uso e l’affidamento dei beni immobili di proprietà comunale approvato con delibera del Consiglio comunale n.51 del 23 giugno 2010, contestualmente alla mancata applicazione del tariffario riguardante i canoni di affitto che comporta un mancato incasso delle somme spettanti al Comune;

La questione e’ stata inserita nella Continue reading “Problematiche Amministrative: “Chiarezza innanzitutto!””

Isola di Ustica: Problematiche ordine pubblico e sanitario…

comune-ustica-5COMUNE di USTICA

Ustica 05.01.13 –  Prot n. 72

URGENTE

A S.E,. Il Prefetto di Palermo

Al sig Presidente della Regione Siciliana
On. Rosario Crocetta

Direttore regionale Assessorato Infrastrutture e Mobilità
Dr Vincenzo Falgares

Assessorato Regionale Trasporti
Dr Salvina Severino

Regione Siciliana – Protezione civile
Ing P: Lo Monaco
Ing C: Foti

Emergenza Rifiuti – Ing G: Pirrone

Compagnia delle isole  – Dr Prestigiacomo

Ufficio isole Minori – Dr Alessandra Di liberto

E p.c. Sig assessori
UTC
Responsabile trasporti
Stazione Carabinieri Ustica

OGGETTO: Problematiche di ordine pubblico e sanitario derivate dalla sospensione già in atto del servizio trasporto merci e merci pericolose (anche carburanti) con navi e del rifornimento idrico a mezzo dissalatori Isola di Ustica.

Si informa che, rimaste prive di una, seppur interlocutoria, risposta le nostre a prot 4340 del 06.11.12 e 4904 del 20.12.12, sono scadute il 31.12.12 sia la convenzione per il trasporto via mare con navi di merci e merci pericolose nelle isole di Ustica, Egadi e Pantelleria che quella per il funzionamento dei dissalatori per la produzione di acqua potabile in tutte le isole “ minori” della Sicilia. Dobbiamo prendere atto, con dolore, che sia le forze politiche(di ogni “colore” ) che gli organi d’informazione non ritengono importante affrontare le problematiche delle isole minori allorquando queste non si verifichino nei mesi estivi.

Nell’evidenziare che entrambi i servizi sono stati sinora erogati in regime di emergenza (cassonetti della spazzatura che viaggiano con i passeggeri, doppie corse della stessa motonave…) lo scrivente non è in grado da oggi di garantire nè l’ordine pubblico né il mantenimento degli standard sanitari poiché il mancato approvvigionamento di carburante determinerà il blocco dei mezzi pubblici, privati e di pronto soccorso nonchè la sospensione della produzione di energia elettrica ed il funzionamento dei dissalatori( che peraltro non opererebbero ugualmente perché è scaduta anche la convenzione per il loro funzionamento).Impossibile anche il trasporto di medicinali, bombole di gas e di ossigeno per i malati.

Ciliegina a condire la torta del fallimento della politica nei confronti delle isole minori il denunziare che i cassoni stagni da adibirsi al trasporto di rifiuti in garanzia delle norme igienico sanitarie nelle navi di linea ed acquistati in agosto dalla Regione Siciliana a Chieti(ove sembra avesse sede l’unica ditta che poteva fornire immediatamente-in agosto!- questi mezzi) non sono mai giunti a destinazione.

Il Sindaco
Aldo Messina

 

Incontro problematiche stato dell’I.Med


COMUNE di USTICA

Ustica 14.12.12  Prot n.4837

Sig Sindaco Favignana

Sig Commissario Straordinario di Pantelleria

Sig Presidente I.Med – Dr Mariano Rodo

Sig Presidente Consiglio Comunale Favignana

Sig Presidente Consiglio Comunale Ustica

Sig Presidente Consiglio Comunale Pantelleria

Responsabile UTC Ustica

Responsabile UTC Favignana

Responsabile UTC Pantelleria.

OGGETTO: stato dell’I.Med

Le SV sono invitate a partecipare all’incontro sulla problematica in oggetto che si è programmato per il 28 dicembre (stessa data della sottoscrizione dei GAC) alle ore 15.30 nei locali dell’aeroporto di Trapani Birgi.

Il Sindaco
Aldo Messina

 

 

Consiglio Comunale del 12 Novembre 2012 – Distanze Cimiteriali


[ id=15305 w=320 h=240 float=left] Consigliere Badagliacco: Noi abbiamo approvato le opere triennali e mi riferisco al cambio di destinazione dell’ex mattatoio a centro di lavorazione dei prodotti tipici usticesi. Mi riferisco alla riduzione della distanza dal Cimitero da 200 metri a 50 metri. Il vincolo dei 200 metri non è soltanto per i cittadini ma anche per la pubblica amministrazione. Pertanto, prima di inserire detta trasformazione nelle opere triennali si doveva chiedere se c’erano motivi ostativi igienico sanitari all’ASL. Come mai non avete fatto la richiesta della deroga dei 200 metri. Dagli atti che io ho visionato non c’è nessuna richiesta in merito. Noi abbiamo attivato la procedura per chiedere un finanziamento per la trasformazione dei locali e potremmo sentirci dire dal funzionario che esaminerà la pratica non è completa.

Arch, Rubbio: la sua è una osservazione ineccepibile.

Cons. Badagliacco: Segretaria la richiesta da me fatta possiamo anche cassarla perché io sono convinto che gli uffici competenti si devono attivare per verificare, essendoci una richiesta di trasformazione in itinere, le distanze cimiteriali. Io credo che l’Ufficio Tecnico dovrà chiedere il parere all’ASL

Cons. Badagliacco: noi abbiamo approvato nelle opere Triennali/annuali un intervento di manutenzione straordinaria per il recupero dell’ex mattatoio. Siccome il mattatoio cade nella fascia dei 200 metri dal Cimitero io chiederei all’Arch. Rubbio se le Continue reading “Consiglio Comunale del 12 Novembre 2012 – Distanze Cimiteriali”

Consiglio Comunale del 12 Novembre 2012 – Problematiche Case Popolari


[ id=15305 w=320 h=240 float=left]Consigliere Palmisano: Desidererei sapere come mai ai consiglieri non pervengono comunicazioni da parte di qualche ufficio o comunicazioni che fanno altri istituti ai consiglieri e anche da parte dei cittadini.

Giorno 18 ottobre è stato protocollato un documento che non mi è stato consegnato, era indirizzato ai Carabinieri di Ustica, agli ACP di Palermo, al Sindaco, alla giunta, al presidente del consiglio, al segretario comunale, ai consiglieri comunale, al Dirigente dell’UTC del comune di Ustica. Segretaria questo è un documento che è stato protocollato e a me non è stato consegnato e per l’ennesima volta denuncio l’inefficienza e l’omissione degli Uffici Comunali… Segretaria La prego di prendere seri provvedimenti. Di alcune cose sollecitamente veniamo avvisati mentre di altre, guarda caso…

Consigliere Zanca: legge il documento menzionato a firma di tre capi famiglia, che ha per oggetto “Norme per l’assegnazione e la revoca nonché per la determinazione e la revisione dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

I firmatari del documento lamentano l’assenza di comunicazione ufficiale in merito alla situazione riconducibile all’assegnazione degli alloggi popolari presenti sul territorio comunale e il mancato aggiornamento della graduatoria che per Continue reading “Consiglio Comunale del 12 Novembre 2012 – Problematiche Case Popolari”

Consiglio Comunale del 17-10-2012 – Problematiche edilizia scolastica


[ id=14937 w=320 h=240 float=left]Trascriviamo alcuni passaggi significativi della seduta consiliare ordinaria del 17 Ottobre 2012 in merito alla problematica edilizia scolastica inserita al punto 3 dell’O.d.G.su richiesta di alcuni genitori..

Erano presenti in aula Taranto, Zanca, Palermo, Palmisano, Badagliacco, Caserta, Cannilla (presidente), Martello, Picone, Tranchina:
assenti: Russo e Ciaccio.
Assiste alla seduta il segretario comunale Calogera Di Gangi e l’”assistente segretaria” M. Concetta Natale.

Il Presidente dà la parola al tecnico comunale per illustrare la problematica dell’edilizia scolastica.

Arch. Rubbio: “La problematica dello stato di conservazione dell’edilizia scolastica dell’isola è critica. Vi sono degli ammaloramenti nelle strutture piuttosto evidenti attestate anche da alcune relazioni fatte l’azienda sanitaria. Qualche settimana fa ho conferito con il sindaco ed è venuta fuori una nota dove si parla della criticità nella fattispecie dei cornicioni dell’istituto della scuola elementare. Il problema, però, non è solo quello che interessa l’edilizia scolastica, è più grave. Alla scuola media, al liceo ci accorgiamo che le problematiche sono molto più evidenti. Il problema c’è e basta ma guardando il bilancio ci accorgiamo che siamo impotenti a risolvere queste problematiche. Io non smetterò mai di dire che non avere soldi è una giustificazione sterile perché chiunque mi chiede o mi chiederà cosa io ho fatto, è difficile rispondere. Dovremmo quindi confrontarci, prendere in maniera comune delle decisioni e se è il caso anche importanti. La scuola è frequentata da bambini, da ragazzi e chiaramente le mamme vogliono essere rassicurate sulla sicurezza dei propri ragazzi “

Il Presidente legge la nota del Sindaco che cerca di illustrare in 6 punti la situazione attuale dell’edilizia scolastica.

1) Scuola elementare. La soluzione di fare impiegare agli scolari la scala di sicurezza è stata assunta provvisoriamente in attesa dell’arrivo del sig Preside, previsto per domani. E’ nostra intenzione ripristinare l’uso della scala principale, valutando, sempre domani, con le autorità scolastiche ed i tecnici, il possibile spostamento dell’aula che attualmente è ospitata nell’ingresso( la qualcosa rende impraticabile l’uso della scala principale)..

2) L’ispezione dei nostri tecnici ha confermato che i Cornicioni possono costituire un pericolo e devono essere messi in sicurezza. Per far questo è necessario togliere la malta precaria, spazzolare i ferri e apporre o nuova malta o una rete di protezione. Al momento disponiamo in bilancio della somma di 2500 euro ma, per questi lavori, ne occorrerebbero almeno altrettanti. Non è facile ma questa criticità di bilancio è già all’attenzione degli uffici.

3) Il sig Preside, al fine di reperire altre aule, ha proposto di suddividere un’aula allocata nel 1 piano del plesso delle elementari. Anche questa soluzione non potrà essere presa in considerazione prima dell’approvazione del bilancio e comunque dopo aver messo in sicurezza i cornicioni.

4) Relativamente ai locali seminterrati dell’istituto Profeta Saveria di via Petriera sono stati da tempo interdetti. E’ stato da tempo chiesto il finanziamento per il ripristino.

5) Non ci risulta che le lezioni delle medie vengano svolte in “ classi comuni” con quelle del liceo

6) Abbiamo il piacere di informare che questa amministrazione ha ottenuto e presto sarà disponibile, un finanziamento (vedi allegato) di 285.000 euro per lavori di manutenzione della scuola materna.

A questo punto dà la parola all’insegnate Delfina Natale e alla signora Gabriela Bertacci.[ id=14938 w=320 h=240 float=right]

Delfina Natale: “In questo momento stiamo con 20 bambini dentro uno sgabuzzino, un posto invivibile. Noi viviamo una situazione di grande precarietà in posti invivibili con bagni che non funzionano… i bambini da 3 a 5 anni hanno bisogno di un loro habitat, di un loro spazio perché loro si identificano con il Continue reading “Consiglio Comunale del 17-10-2012 – Problematiche edilizia scolastica”

segnalazione problematiche istituti scolastici in Ustica.


comune-ustica-5COMUNE di USTICA

Ustica 26.09.12  – Prot n. 3708

Sig Genitori Firmatari nota del 20.09.12(Gabrilella Bertacci)
Sig preside Istituto comprensivo Ustica
Sig assessori
UTC
Politiche sociali

OGGETTO: segnalazione problematiche istituti scolastici in Ustica.

Relativamente vs gentile nota si evidenzia che:

1) Scuola elementare. La soluzione di fare impiegare agli scolari la scala di sicurezza è stata assunta provvisoriamente in attesa dell’arrivo del sig Preside, previsto per domani. E’ nostra intenzione ripristinare l’uso della scala principale, valutando, sempre domani, con le autorità scolastiche ed i tecnici, il possibile spostamento dell’aula che attualmente è ospitata nell’ingresso( la qualcosa rende impraticabile l’uso della scala principale)..

2) L’ispezione dei nostri tecnici ha confermato che i Cornicioni possono costituire un pericolo e devono essere messi in sicurezza. Per far questo è necessario togliere la malta precaria, spazzolare i ferri e apporre o nuova malta o una rete di protezione. Al momento disponiamo in bilancio della somma di 2500 euro ma, per questi lavori, ne occorrerebbero almeno altrettanti. Non è facile ma questa criticità di bilancio è già all’attenzione degli uffici.

3) Il sig Preside, al fine di reperire altre aule, ha proposto di suddividere un’aula allocata nel 1 piano del plesso delle elementari. Anche questa soluzione non potrà essere presa in considerazione prima dell’approvazione del bilancio e comunque dopo aver messo in sicurezza i cornicioni.

4) Relativamente ai locali seminterrati dell’istituto Profeta Saveria di via Petriera sono stati da tempo interdetti. E’ stato da tempo chiesto il finanziamento per il ripristino.

5) Non ci risulta che le lezioni delle medie vengano svolte in “ classi comuni” con quelle del liceo

6) Abbiamo il piacere di informare che questa amministrazione ha ottenuto e presto sarà disponibile, un finanziamento (vedi allegato) di 285.000 euro per lavori di manutenzione della scuola materna.

Il Sindaco
Aldo Messina

———

REPUBBLICA ITALIANA
Regione Siciliana
Presidenza

AL SIG. SINDACO DI USTICA

A seguito detta registrazione del provvedimento atta corte dei conti , relativo al “programma straordinario di interventi sul patrimonio scolastico finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi anche non strutturali ” Le comunico che è stato previsto per il Suo comune il seguente intervento:
scuola materna via Petriera per € 285.000,00

PA 22/ 6/2012

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE
ASS.RE AD INTERIM ISTR. E F.P.
On. le Raffaele Lombardo

PA 22/6/2012

Prot. Comunale
2911  del 28 Lug 2012

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Gabriella Bertacci

Ringrazio il Sig. Sindaco per aver risposto alla nota del 20/09/2012.
Non ho molto da dire, soltanto che siete un’amministrazione assente per quanto riguarda le problematiche delle strutture scolastiche. Non vado oltre. Provo quasi vergogna.
Spero che il Sig. Preside sarà attivamente presente a tutte le problematiche che si presenteranno all’interno dei nostri istituti, sia dal punto amministrativo che strutturale. Abbiamo bisogno di certezze.

Grazie Per puntualizzare:
Rispondo in prima persona, nessuna mamma è coinvolta in questo commento.

Gabriella Bertacci

 

 

 

Segnalazione problematiche istituti scolastici di Ustica


PROT. Comune 3654 del 24 Settembre 2012

AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI USTICA
AL RESPONSABILE DELL’U.T.C. DEL COMUNE DI USTICA
AL SIG. ASSESSORE ALL’ISTRUZIONE DEL COMUNE DI USTICA
AL RESPONSABILE DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO II GRADO DI USTICA

per conoscenza:
AI SIG. ASSESSORI DEL COMUNE DI USTICA
AI SIG. CONSIGLIERI DEL COMUNE DI USTICA

OGGETTO: Segnalazione problematiche istituti scolastici di Ustica.

Le sottoscritte mamme di alunni che frequentano le scuole di Ustica, fanno presente agli organi in indirizzo, ognuno per la propria parte di competenza, quanto segue:

1. Presso la scuola elementare ubicata in Largo Vassallo, sono presenti notevoli danni di rottura e distaccamento dell’intonaco al cornicione. Essendo detti danni presenti anche nella parte alta sovrastante la porta d’ingresso del citato istituto, pertanto, per la sicurezza degli alunni, dei docenti e dei genitori stessi durante la fase di entrata e di uscita, si richiede un intervento per l’effettiva constatazione dei luoghi ed il relativo ripristino e rimessa in sicurezza.

2. I locali seminterrati (ex locali teatro) dell’’istituto “Profeta Saveria” di Via Petriera, si presentano fatiscenti e con diversi danni strutturali in diversi punti, presumibilmente causa umidità ed infiltrazioni di acqua, pertanto, sempre per la questione sicurezza “alunni/docenti”, si richiede un intervento ed un sopralluogo, al fine di constatare l’effettiva entità dei danni.

3. Come ma i locali della Scuola Media non sono stati ancora ripristinati, causando disagio tra gli alunni, i quali, per frequentare le lezioni vengono accorpati in classe unitamente agli studenti del liceo, mentre l’anno scolastico passato, sono stati sistemati preso i locali adiacenti l’isolotto. Quest’ultimi locali rispettano tutte le normative vigenti per ospitare alluni in genere?

I responsabili della sicurezza sono: L’ente proprietario dell’immobile (Amministrazione Comunale), il Dirigente Scolastico ed il Responsabile della sicurezza. La collaborazione e l’intendimento tra essi genera un luogo sicuro.

• L’Ente proprietario è responsabile della struttura che ospita la scuola, dalla certificazione di idoneità statica alle opere murarie, tutta la manutenzione concernente il mantenimento o il ripristino dell’edificio, compresi gli impianti idrici, elettrici, riscaldamento e antincendio, deve essere fornita dal proprietario.

• Il Dirigente Scolastico ha il dovere di vigilare affinché all’interno dello spazio “scuola” non si verifichino situazioni di pericolo e deve attuare le procedure previste dalla legge affinché si prevengano infortuni. Nel momento in cui viene constatato e/o segnalato un pericolo, egli adotta gli opportuni accorgimenti affinché i lavoratori, e dunque anche gli studenti e il personale docente, non subiscano infortuni. Segnala, inoltre, il pericolo riscontrato all’Ente proprietario.

“normativa sulla sicurezza sul lavoro – Decreto legislativo 81/2008 -”

Per quanto sopra esposto, in relazione alla Legge e normativa in materia di trasparenza, si chiede alle S.V., ognuno per la propria parte di competenza, di voler portare a conoscenza e far visionare ai genitori, tutti gli atti e documentazione varia che verranno stilati a seguito di detti controlli/sopralluoghi, nonché gli interventi eseguiti e quelli che seguiranno, non omettendo, oltre a quanto già segnalato, che i controlli, COSA DI FONDAMENTALE IMPORTANZA, vengano estesi anche alle restanti opere murarie e strutturali di tutti gli edifici scolastici presenti sull’isola di Ustica.

Sicuramente la sicurezza è un tema scottante! Si sfida chiunque a dimostrare che esso non tocca personalmente ognuno di noi, soprattutto quando c’è di mezzo la sicurezza di bambini.

Tanto è dovuto per rassicurare tutti i genitori che hanno i propri figli che frequentano le strutture scolastiche dell’isola.

Si allega:

• Stralcio del “prontuario di informazione sui rischi e la sicurezza nella scuola” (solo per il comune)

In attesa di riscontro, si porgono Distinti Saluti.

Ustica, 20 Settembre 2012.

SOTTOSCRITTA da una cinquantina di genitori 

[nggallery id=600]


COMUNICATO STAMPA – Problematiche d’igiene ambientale e ordine pubblico…


OGGETTO: problematiche d’igiene ambientale e di ordine pubblico conseguenti alla sospensione servizio trasporto via mare passeggeri, R.S.U., merci pericolose con navi Ro.Ro

Se recentemente l’Amministrazione regionale ha dato prova di non comprendere il valore della parola sfiducia, oggi, dopo l’ennesimo stop in Commissione Bilancio all’approvazione degli emendamenti che avrebbero consentito la prosecuzione dei collegamenti con traghetti RoRo,per Ustica, Favignana e Pantelleria, si è dato prova che Governo e maggioranza regionale non hanno a cuore neanche la parola fiducia dei cittadini e degli operatori privati del settore marittimo.

Questi ultimi, dopo le proteste, culminate nell’occupazione della sede della III commissione Legislativa dell’ARS dei sindaci di Ustica, Aldo Messina, di Favignana, Lucio Antinoro e del commissario di Pantelleria, Giuseppe Piazza, erano stati rassicurati dal governo regionale che sarebbe stata reperita già da martedì scorso la somma necessaria ed avevano continuato “ in fiducia”, a totale rischio d’impresa in quanto senza una copertura finanziaria i collegamenti necessari al trasporto di merci, rifiuti e combustibili per le isole di Ustica, Favignana e Pantelleria.

Oggi la società navale Traghetti delle Isole, che collega Trapani con Pantelleria e le Egadi, dopo che, per la seconda volta, la Commissione Bilancio, sentita la relazione dell’ Assessore al Bilancio, professor Gaetano Armao, è stata rinviata a martedì prossimo, ha deciso di sospendere i collegamenti. Sulla stessa linea si orienterà presto la NGI che collega Ustica con Palermo.

Facile prevedere problemi di ordine pubblico e sanitario, nonché di sicurezza sociale per la mancanza del combustibile necessario a far funzionare le locali centrali elettriche. Non a caso in precedenza i tre sindaci avevano chiesto l’intervento delle Prefetture di Palermo e Trapani e della Protezione Civile.

Mentre sarà difficile contenere le giuste proteste dei cittadini isolani, i primi cittadini di Ustica, Favignana e Pantelleria valuteranno oggi stesso nuove forme di lotta.

Si chiede con urgenza una presa di posizione ancor più forte che in passato del Governatore, On Raffaele Lombardo.

Il sindaco
Dr Aldo Messina

 

Mancato invito riunione giorno 20/4/12 problematiche portualità


Al Presidente del Consiglio Comunale Ustica

In data odierna sono venuto in possesso della nota n° 1331 del 12/04/12 allegata, con la quale il Sindaco, a seguito di una precedente sua richiesta, ha invitato diversi funzionari degli Assessorati Regionali, e per conoscenza S.E. il Prefetto di Palermo, la Capitaneria di Porto di Palermo e la Stazione Carabinieri di Ustica a partecipare ad una riunione programmata per il 20/04/12 avente per oggetto: Problematiche porto di Ustica.

Tra gli indirizzi non si legge quello della Commissione sulla portualità istituita dal Consiglio Comunale e che diverse volte si è già riunita in merito a problematiche sulla portualità di Ustica, dando delle indicazioni al Consiglio Comunale.

Si desidera conoscere se la S.V., presidente della stessa Commissione, è stata informata di ciò o meno per sapere se il mancato invito di partecipazione della Commissione sia dovuto ad una omissione da parte della S.V. o se tale omissione sia da imputare al Sindaco stesso per mera distrazione, dato il momento “particolare” che l’Isola sta attraversando.

Vorrei ricordare che la Commissione è stata istituita dal Consiglio Comunale per l’ inerzia, l’incapacità e il disinteresse della Giunta, problema di cui si è fatto carico il Consiglio Comunale stesso tramite la predetta Commissione che ha lavorato in questi mesi cercando di portare a soluzione le deficienze emerse proponendo possibili soluzioni nel solo interesse dell’Isola.

Il clima del sospetto ( fatto gravissimo ) fatto nascere dal Sindaco in una pubblica assemblea “ … di qualcuno che rema contro … e che ora non posso dire …” – in un momento delicatissimo per tutta l’Isola, sia per i pescatori – ai quali va la mia personale solidarietà -, sia per le diverse categorie degli Esercenti ed Imprenditori edili – e la mancanza amministrativa non fanno che confermare che il Sindaco, molto probabilmente, si stesse riferendo alla stessa Commissione e se così fosse si chiede di scrivere, eventualmente, dove e quando tale Commissione, abbia remato contro alla soluzione dei problemi rimasti insoluti e non affrontati compiutamente da anni.

Il fatto, infine, che non sia stata invitata la Commissione a partecipare a tale incontro denota come sull’argomento “portualità” si stia facendo nascere “ad arte il clima del sospetto” del quale certamente l’ Isola non ne ha assolutamente bisogno, specie in questo momento di una forte, e da più parti auspicata, ricerca di coesione sociale.

F.to Salvatore Militello – componente esterno Commissione Portualità

F.to Badagliacco Felice – Consigliere Comunale componente Commissione

F.to Caserta Gaetano – Conigliere Comunale componente Commissione

————-

Clicca sull’icona per leggere la lettera d’invito    

^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Palermo Mario Oddo

Escludere i Componenti la Commissione Portualità da un tavolo di lavoro dove si discute delle problematiche del porto di Ustica rimane un fatto gravissimo comunque lo si vorrà giustificare. Invito i Sigg.ri Militello, Badagliacco e Caserta, qualora non lo abbiano già fatto, di valutare l’immediata iniziativa di inviare subito per fax (numeri reperibili nella lettera d’invito) alle Autorità che hanno avuto la fortuna di essere invitati (evidentemente la Commissione non è ritenuta tale) copia “per conoscenza” della lettera di protesta inviata al Presidente del Consiglio Comunale dandone pubblicità attraverso il nostro Sito.

^^^^^^^^^^^^

Da Montecosaro Mariangela Militello

Nuccio e tutti,

se l’errore fosse di “distrazione,” è comunque cosa grave in quanto, essendo il Sindaco Dr. Messina, fautore della teoria “si pensa come si opera” ciò significa che si pensa e ancor piu’ si opera molto male, e la presente situazione dell’isola ne è una prova. Se l’errore non fosse di distrazione, ma la chiara decisione di emarginare una Commissione Portualità voluta ed istituita dal Consiglio Comunale, sarebbe opportuno che alla cittadinanza usticese, alla quale esprimo tutta la mia vicinanza, vengano date le giuste motivazioni.

Mariangela Militello

^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Salvatore, hai ragione se l’errore non e’ di distrazione e’ grave. Non solo la Commissione Portualita’ voluta dai cittadini di Ustica per la messa in sicurezza della Cala S. Maria, per la quale si sono raccolte 600 firme, e istituita dal Consiglio Comunale ha tentato sin dall’inizio di salvare capre e cavoli, e ci sta riuscendo, sostituendosi agli Organi Comunali che non hanno fatto il loro lavoro, ma ora, di nuovo contro gli interessi dell’isola, si tenta addirittura di emarginarla ?

 

Occupazione sala consiliare Ustica – richiesta incontro problematiche pesca


comune-ustica-5COMUNE DI USTICA

PROT.n. 1197 USTICA, lì_02.04.12

S.E. il Prefetto di Palermo

E p.c . Ministero Politiche Agricole, alimentari e della Pesca

Ministero Politiche Agricole, alimentari e della Pesca

Ill Mo Assessore Regionale Agricoltura e Pesca

Capitaneria di Porto Palermo

ANAPI Pesca

Stazione Carabinieri Ustica

Attività Produttive

OGGETTO: occupazione sala consiliare di Ustica e richiesta incontro sulle problematiche della pesca

 

Eccellenza,

nell’informarLa che i pescatori di Ustica hanno occupato, in segno di protesta per i motivi meglio specificati nell’allegata nota, la sala consiliare comunale, desidero chiedere alla S.v. unitamente ai sindaci di Isola delle Femmine, Termini Imerese e Aspra, un incontro volto ad affrontare la difficile situazione occupazionale del settore nell’isola.

 

Il Sindaco

Aldo Messina

 

Consiglio Comunale del 05-03-2012 – Problematiche Amministrative gestionali del Comune di Ustica


comune-ustica-5COMUNE DI USTICA

Oggetto: Problematiche amministrative gestionali del Comune di Ustica.

Il Presidente introduce l’argomento e cede la parola al Consigliere Badagliacco il quale evidenzia che l’Arch Pignatone riveste una posizione anomala. L’amministrazione attiva va a sollevare dall’incarico di Capo dell’U.T.C. l’Arch. Rubbio funzionario di ruolo e vincitore del concorso per assegnarlo ad un politico in atto Ass.re all’Urbanistica. L’Amministrazione avendo un dirigente capo dell’U.T.C. titolare , perchè assegna il posto ad un politico?Vi è in atto una intromissione della politica dentro l’ufficio tecnico .Da lettura della sua richiesta riguardante la legittimità dell’atto e della risposta a firma del responsabile Affari Generali. Chiede altresì al Continue reading “Consiglio Comunale del 05-03-2012 – Problematiche Amministrative gestionali del Comune di Ustica”

Consiglio Comunale del 05-03-2012 – Problematica fauna selvatica


comune-ustica-5Oggetto: Problematiche fauna selvatica.

Il Presidente introduce l’argomento e cede la parola al consigliere Palmisano che relaziona sull’argomento.

Palmisano: riferisce che è stata praticata la cattura dei conigli con le reti anche se il periodo non era particolarmente Continue reading “Consiglio Comunale del 05-03-2012 – Problematica fauna selvatica”

Problematiche pescatori, autotrasportatori e agricoltori.

Provincia Regionale di Palermo
         Il PRESIDENTE

Ai Sigg. Sindaci dei Comuni della Provincia di Palermo

OGGETTO: Problematiche Pescatori, autotrasportatori e agricoltori. Convocazione Conferenza dei Sindaci per il 24 Gennaio 2012, ore 9,00.

Atteso lo stato di crisi in cui versano le categorie di lavoratori indicate in oggetto che da giorni protestano per manifestare il proprio disagio e al fine di predisporre un documento politico volto ad individuare adeguate e tempestive soluzioni, è convocata per giorno 24 Gennaio c.a. alle ore 9,00 una Conferenza dei Sindaci presso la sede della Provincia Regionale di Palermo, Palazzo Comitini, Via Maqueda 100.

Le SS.LL. sono invitate ad assicurare la presenza propria o di persona delegata.

IL PRESIDENTE
Giovanni Avanti

 

Problematiche trasferimento infermi caso emergenza


Giorno 19/10/2011 alle ore 10,00 presso i locali dell’Assessorato Regionale della Salute – Servizio 10 “Isole Minori, è stata convocata una riunione di coordinamento in relazione alle problematiche relative al trasferimento degli infermi in caso di emergenza – urgenza sanitaria (118) denunciate dal Sindacato SNAMI – Palermo.

Si tratta, Riferisce il sindaco A. Messina, di un incontro voluto dal sindacato GM che vorrebbe escludere i medici di guardia dall’espletare compiti non previsti